Home / MaghettaStreghetta  / L’ufficio di Maghetta Streghetta: L’Iperuranio

L’ufficio di Maghetta Streghetta: L’Iperuranio

Dopo il delirio di onnipotenza e la realizzazione dei biglietti da visita mi sono detta che l’Ufficio era lo step successivo. E come se non completamente bianco con muri imbottiti soffici come nuvole? L’iperuranio di stratosferiche idiozie maghettose è attualmente nella famigerata fase che ormai tutti amiamo definire “Work in Progress” perché Lavori in Corso sa tanto di provinciale (mica vero, ma gli inglesismi sono d’obbligo e iperfescion).

Per questo motivo sto trascurando blogfotodisegnifrizzilazzi. Non mi bastava proprio avere tra i piedi muratori canterini e fischiettanti. Volevo di più. Non mi bastava il martello pneumatico e decibel non consentiti dalla legge pronti a perforare quella bassissima percentuale di udito che mi è rimasta. Volevo proprio di più.

In realtà l’ufficio maghettoso mi tornerà utile durante la fase del trasloco ( che avverrà tra dieci anni continuando di questo passo) quando il libro uscirà ed io starò lavorando a pieno regime al secondo delirio “letterario”  (faccio finta di niente e glisso ok? Ma un bacione di incoraggiamento nel caso sarebbe graditissimo. Ancor di più). I miei pupazzetti avranno perlomeno fissa dimora ed io potrò realizzare il sogno di dire ” dormo sulla scrivania così sono già pronta domattina”. All’interno dell’ufficio ci sarà una cucina. Un piccolo studio fotografico. E una stanza bianca dove partorire idiozie a go go fissando pasticci maghettosi. Significa che anche qui se tutto va bene dovremo finire tra dieci anni al massimo.

Coadiuvata da una squadra che  Extreme Makeover Home Edition gli fa un baffo, contiamo di portare a termine l’impresa ( cucina esclusa perché per quella occorrerà un po’ di tempo in più) entro Martedì. Questo significa che non potrò tediare la rete con continui aggiornamenti perché indaffaratissima a preparare cocktail alla menta, spartire granite ed elargire dolcetti.

Alessandro ( il mio fratellone Aluccio. Non importa se non geneticamente) sta compiendo l’ennesimo miracolo di sopportare le mie strampalate richieste montando e smontando expedit e quant’altro. Seby, Fabio, Giuseppe e Gaetano Santi Subito si alternano nella speranza di riuscire ad arrivare alle meritate ferie.















Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
29 COMMENTS

Rispondi

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi