Il casatiello con un ingrediente a sorpresa

Must Try

La carbonara di Asparagi

Una versione vegetariana di uno dei primi più amati in tutto il mondo.

Risotto con miele di manuka e yogurt

La Ricetta Facilissima e di ridicola preparazione. Lascio dorare la cipolla nell'olio extra vergine d'oliva e quando è ora metto il riso a tostare. Aggiungo...

Il Tour Pasquale

Trenta e più ricette di Pasqua: la babka al cioccolato, i cannoli siciliani, la pinca e gli hot cross bun ma anche un ingrediente segreto per la pasta con la ricotta e diverse preparazione veg. Viaggia con noi attraverso i sapori e la tradizione.

I Cannoli Siciliani

In Sicilia chi non si sposava piuttosto che rimanere zitella preferiva farsi monaca. Le monache, è risaputo, erano abilissime nella preparazione di dolci dall'indescrivile...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

**Aggiornamento attacco provider: Il Provider che ospita Maghetta.it e Runlovers.it è sotto attacco Hacker. Non è chiaramente un attacco personale a noi ma all’azienda che ospita molti siti importanti in Italia. Fiduciosi del lavoro che stanno svolgendo H24 per risolvere il problema ti informo che ci potrebbero essere problemi durante la navigazione: non funzioneranno bene  i link e la ricerca. Tra pochissimo tutto tornerò normale. 

Sì siamo già passati da Napoli e abbiamo mangiato il casatiello giusto qualche giorno fa, ma seriamente: come si fa? Sai già che qui si stanno tenendo Le Olimpiadi del Casatiello! Mamma è l’oro  e tutti la temono. Nessuno riesce a eguagliare le sue gesta con il casatiello e sembra proprio che sia stato decretato il vincitore: pare che sia quello in cui Iaia ha voluto metterci del suo. Incredibile ma vero. Ne faccio di sciocchezze, e lo sai ma stavolta forse ho fatto centro. Vedendo le mie adorabili cavie gustare il casatiello la prima cosa che mi è saltata all’occhio, soprattutto dai commenti, è stata quella della consistenza del salame. Chiaramente il salame cotto assume una sembianza “matttonellosa”. Si indurisce molto più della pancetta e di altri salumi. Allora “plin!” lampadina: salsiccia! E al posto della salame ho messo la salsiccia. La carne ha fatto sì che tutto risultasse più morbido e ben amalgamato all’impasto. Sepensavo fosse meglio passarla prima in padella, la salsiccia, poi ho fatto la scelta giusta mettendola a crudo.

Insomma è questo il vincitore dopo una lotta estenuante a colpi di colesterolo e bontà!

Sono proprio curiosa di conoscere il tuo personale vincitore e qualora avessi mai voglia di contribuire alle Olimpiadi del Casatiello e condividere con me la tua ricetta ne sarei ben lieta e grata (più la mamma a dire la verità).

 

 

 

500 grammi di farina, 30 grammi di lievito di birra, 100 grammi di strutto, 40 grammi di parmigiano grattugiato e 30 grammi di pecorino grattugiato, 4 uova e due tuorli, un cucchiaio di latte, olio extra vergine d’oliva, sale e pepe. Poco latte.

Ripieno: 4 nodi di salsiccia privati del budello, 300 grammi circa di salumi che preferisci (io ho messo prosciutto cotto, prosciutto crudo e pancetta. Ho saltato il salame perché c’era la salsiccia ma fai come preferisci), 500 grammi di formaggio tagliato a cubetti (ho usato una provola ragusana e dell’emmental ma va benissimo la fontina, il provolone, la scamorza)

Uova sode da mettere sopra.

In mezzo bicchiere di latte tiepido sciogliere il lievito e mescolare con un cucchiaino. Setaccia la farina e poi dentro una planetaria lavora: farina, strutto, sale e lievito sciolto con tutto il latte. Comincia a impastare con il classico gancio e poi aggiungi l’acqua pian pianino. L’impasto deve risultare morbido ed elastico quindi regolati tu senza una dose precisa perché dipende da tantissimi fattori. Una volta che hai ottenuto un impasto che si scioglie dal gancio ed è perfettamente compatto ed elastico forma una palla e lascia lievitare una notte intera. Io lascio sempre lievitare dentro un recipiente coperto all’interno del forno con la luce accesa. L’indomani riprnedi l’impasto che sarà raddoppiato come minimo di volume e forma un rettangolo abbastanza spesso, almeno un centimetro e mezzo. Poi metti dentro il ripieno lasciando dei bordi laterali. Arrotola per bene e chiudi sigillando. Metti in una teglia da ciambella e poi le uova già sode sopra che chiudi con dei lembetti di pasta che sicuramente ti saranno rimasti quando hai ritagliato il rettangolo più o meno regolare.

Se vuoi osare e mettere delle verdure come asparagi o carciofi è perfetto. Cuoci a 180 per un’ora fin quando tutto è dorato e ben cotto. Prima di mettere in forno non dimenticare di spennellare con l’uovo e sale, ok? Io metto anche pochissimo latte.

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this