Sul Libro “Cucina Italiana 2.0” c’è una scema di vostra conoscenza

Must Try

Je suis Charlie

Quando la CNN ti scrive perché vuole pubblicare un tuo disegno sono due le cose: o ti viene un colpo o ti viene un colpo. A me è venuto, stranamente, un colpo.

Vincitrice Personaggio Donna agli Igers Awards 2014

Sono il personaggio donna agli Igers Awards 2014. Se non fossi astemia penserei di essere completamente ubriaca.

Igers Awards Italia – Personaggio Donna e Intrattenimento (i sali, grazie) #IGA14

Igers Awards Italia  Maghetta Streghetta candidata come Personaggio Donna e Intrattenimento Si può votare dal 21 al 27 Aprile. Qualcosa mi fa intuire che sono in...

Iaia e Maghetta su Sanbaradio Stasera!

Mi contatta Rebecca qualche giorno fa. Si presenta dicendomi che conduce su una web Radio un programma di cucina che si chiama "Storie di Cucina"...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Praticamente sulla Pagina Facebook poi Roberta un giorno come se mi stesse semplicemente augurando il buongiorno scrive: “ti ho messa sul mio libro”.

Spatapumpete (sempre quel suono sì. Iaia caduta dalla sedia).

Ah. Sul tuo libro? AriariariSpatapumpete. Ma facciamo chiarezza nonostante l’emozione.

Roberta D’Ancona, palermitana che vive a Roma, è una giornalista specializzata nell’ambito della gastronomia e dell’enologia. Ha pubblicato La cucina romana di mare, Yogurt: antiche origini e moderne ricette tra piacere e benessere, La cucina romana e dal 2011 cura il blog “In cucina con Roberta”. Esce adesso con Cucina Italiana 2.0 edito da Giunti. A tavola con i Food Blogger. Un ricettario dove si susseguono molte ricette firmate dalle Food Blogger che popolano la rete. Avrò modo di inserire questa adorabile opera nella Libreria di Iaia, dove deliro circa le mie letture culinarie perché è chiaro che avendolo appena acquistato non ho ancora ben potuto consultarlo e goderne a pieno. Le prime impressioni sono più che positive. La carta, le schede, i consigli, è tutto fatto ad hoc. Figurano tra l’altro nomi che ben conosco sulla rete e che stimo ma ribadisco mi piacerebbe scriverne più nel dettaglio.

Io grazie al cielo non compaio come Food Blogger perché chi mi conosce anche solo un po’ sa che non amo definirmi tale nonostante le apparenze ingannino (ovviamente. chiaramente. giustamente). Che la figura della Food Blogger è una cosa seria e io ci tengo davvero a estraniarmi in quanto NON degna. Io non so cucinare. Io sto imparando ad amare il mio nemico disegnando. E giocandoci. Con tutti voi; che è molto diverso.

Mi lusinga oltremodo il fatto che insomma si parli delle FumettoRicette, che indiscutibilmente sono il “mio tratto distintivo” (ormai me le dico da sola. nnamobeneno?). Si parla non solo delle mie immagini che Roberta definisce belle e originali provocandomi rossori paonazzi ma anche del mio spazio dedicato ai Bimbi (kodomoland), della mia App Gikitchen su App Store e della mia smania di iphonographer e instagram. Ne sarei stata lusingata a prescindere anche se avesse messo la mia foto da ritagliare per appiccicarla al muro e tirarmi freccette con amici e parenti; perché è chiaro che chi intraprende un determinato percorso deve non solo accettare le critiche e imparare da queste e quando si tratta di complimenti e di parole lusinghiere (che spero di meritare) si raggiunge l’apice della felicità ma. Ma essere addirittura riconosciuta è una soddisfazione enorme. Per me.

Arrivare per quello che sono. E non per quello che sembro.

Roberta centra il punto scrivendo dei miei pasticci visivi. Dei miei strambi dolcetti vegani. Senza glutine e mostruosità al microonde. E trovo che tutto questo sia delicato, rispettoso, professionale e difficile. Stima imperitura per questa grande autrice.

Grazie infinite Roberta.

E voi? Correte a comprare il libro che comunque la mia faccia c’è e si può pure ritagliare per i motivi “di cui sopra” ma soprattutto perché vanta ricette di tutto rispetto e la selezione è appassionante assai.

Io ho acquistato il Libro su Giunti (ma lo trovi anche su Amazon).

Segui Cucina Italiana 2.0 Su Facebook

Forse potrebbe interessarti leggere...

49 COMMENTS

    • per quanto ?
      perché voglio proprio sappppello.
      ( e voglio pure la foto di dottoressaciccipiccola perché mesoinnamorata)

      • Hmmmmmmm non saprei… fino al 2058 potrebbe andare? Oltre non so perché il 2059 è l’anno del mio centenario…
        E la dottoressa si chiama CiPPi con la p… 😉

  1. Uffuiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii…Questo mese troppe uscite (tasse Ordine avvocati, Iva, menate varie ) e nulla entrate (e io a rincorrere i debitori fino alla fine del mondo..come il Papa), e adesso esce anche questo libro, in cui si parla di Te…………uffiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii <3 <3 <3

    • prima di tutto baciami.
      secondo di tutto lo avrai.
      terzo di tutto dobbiamo dire altre 242943’20942’04 cose.
      quarto di tutto perché non mi hai ancoramandatoiltuoindirizzo a info@maghettastreghetta.it ero sicura di averlo ( sono pazza) ma non ce l’ho. ti prego su sms.
      su facebook.
      anzi su sms o facebook è meglio.
      dammi l’indirizzo o faccio una strageeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeeee

      • prima cosa: ti bacio <3 <3 <3
        seconda cosa: guai a te..vengo a catania e ti corchio (dddddddddddddddddio quanto mi piace il termine "corchiare"!!!!!!) di baci
        terza e quarta cosa: l'indirizzo te lo mando ma non voglio che ti disturbi per me, ammmore <3 <3 <3. Io te lo mando e tu mi vieni a trovare direttamente a domicilio, ok???????????????
        quinta cosa: il numero è quello che mi avevi mandato la prima volta che ci siamo scitte su FB? no, perchè evidentemente bene non sto e ho mandato un 2Ti voglio bene Iaia" seguito da tanti baci a un numero sbagliato…'nvedi che ho confuso i numerini seguito da <3 col tuo numero di cell????????????????? stomalesì <3 <3 <3 Ok: spero di aver detto "Ti voglio bene" a un bel figo biondo con gli occhi verdi…P.P.S. te lo mando su FB in pvt

  2. Ogni volta che succede mi emoziono come se accadesse a me. E sai a chi penso prima di tutto? A Turi e Nanda. Vi abbraccio tutti e tre, forte forte. Complimenti stellina…è solo l’inizio, fidati! :-*

    • Turi rimane sempre composto, sorride e mi dice ” ti amo”.
      Mamma invece saltaaaaaaaaaaaa urlaaaaaaaaaaaa chiama nonna zia parenti amici dice “io ne voglio 4095830482048204 copieeeeeeeeeeeeeeee” e parla per tre ore.

      diciamo che io sono la sintesi di questo disequilibrio.
      però ecco.
      posso dirti che il tuo pensiero che sa chiaramente di mamma e di persona MOLTO profonda, quale sei è bellissimo.
      è bellissimo davvero .
      e lo dirò ai due che saranno felici.
      Grazie Luci. Grazie sempre per la tua delicatezza che te lo giuro mi stupisce sempre.
      E riscalda.
      ti abbraccio fortissimo.
      ( quando hai temnpo e voglia mi fai bollettino medico Inger e Frugoletto ? io purtroppo ti leggo su instagram poi devo rispondere poi sono sommersa dai thanks a lot e mi dimentico e a volte non rispondo perché se poi rispondo magari a te mi sembra brutto non farlo con tutti e. E sono pazzaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa mi faccio troppi problemiiiiiiiiiiiiii lo saiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii)

    • umamma grazie :* grazie infinite :*

      devo ancora leggere tutte tutte tutte le ricette e anche le food blogger ma è davvero bello .
      davvero *_*

    • ahahah <3 grazie cucciola!
      fatti una foto mentre apri la pagina e mi tiri le frecce occhei?

      oppure epico sarebbe foto *_* con pagina aperta su di me e tu che mi fai linguaccciaaaaaaaaaaaaaaaaaaa

    • io già so pure il titolo

      “non sapeva scrivere. non sapeva disegnare. non sapeva parlare . non sapeva fare niente ma l’Italia la idolatra come fosse una grande artista”

      ghghghgh :*
      ti adoro Panuzzomio

  3. “mostruosità al microonde” lo dici a tu’ sorella! 😀
    siamo tanto felici per questo tuo nuovo piccolo grande traguardo, e a ‘sto punto ha ragione Pani: ti aspettiamo sul Time!

    • ahahah io ci faccio un libro sul microonde con te.
      telodicoprima :*

      ( ti voglio bene . grazie . grazie microondina :* )

  4. Iaia !!! Grandioso !!! E meritatissimo !!! Concordo su tutto quello che hai scritto e sono felice per te !! Next giro in libreria non mancherò di cercare il libro e, chissà, magari lo compro pure 😉 !!! Sono fiera di te e, come sempre, ti voglio bene !!!

    • Cristina santocielo ti voglio bene anche io.
      E .
      E grazie.
      E quando leggo sonofieradite io piango.
      SEMPRE.

      nonmelodovetedire SE NON HO IL MASCARA UODERPRUFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFFF

      ( ahem grazie. davvero grazie infinite)

      • ahahahah !!! ok, aspetterò di trovarti in un momento “senza trucco” !!! Smuack , bacione !!! ♥

    • non lo devi dire a nessuno che dal vivo sono un cesso.
      perché lo scopriranno il 16 maggio ahahahhahahha*disse ridendo con le lacrime.
      ( ti piace felpa con i baffi? l’ho presa anche a te. ciao)

      • mi stai dicendo che così possiamo vestirci uguali e avere lo stesso coniglio peluche marionetta e imbastire dei teatrini favolosi?
        no va bè ma perchè sono ancora qui?
        e soprattutto: DAL VIVO SEI VERAMENTE UN CESSO. MA DI QUELLI MERAVIGLIOSI CON ANCHE IL BIDET (sei bellissima deficiente.)

    • in pratica io etttttè possiamo andare in libreria comprare quel libro.
      ritagliare la mia faccia.
      e tirargli le frecce.

      vabbè potresti pure prendermi a pizze in faccia senza bisogno di comprare libro e ritagliare ma.
      ci pensi?

      • al più ritaglio le foto e ci faccio un collage u_u
        (non credo di essere brava a tirare freccette. è difficile incidere per bene il bersaglio.)
        ma poi che dici. di questo passo compro il libro per allestire l’angololibreria di Iaia. ci pensi?

  5. mi spiace che tu non ti senta “degna”…. sei speciale e trasmetti energia positiva…. è moltissimo! sono contento per te! sotto sotto so che ti fa tantissimo piacere ricevere questi riconoscimenti! continua così!! mi raccomando

  6. bella Ia’!!! in attesa del tuo supercapolavoro ti leggiamo lì, eh!?
    se tu sapessi invece la sottoscritta scema cosa va a fare a giugno a Milano ti torceresti dal ridere solo perchè hanno chiamato proprio me…

  7. e congratulazioni!!!! se ancora ce ne fosse bisogno (e per me non ce n’è ma per te forse sì…) un’altra conferma di quanto tu sia unica e specializzima e meritevole di attenzioni universali :*

  8. e comunque io ti ho vista prima di tutti quindi sei mia e basta.
    ok posso prestarti per qualche apparizione (come la madonna) e poi però a casa eh.

    • sono tua .
      è chiaro.

      ferma che vengo a baciarti con passione.
      faccio il caffè al signor franco.
      lo avveleno .
      e torno.

  9. Che bello, cara, leggo solo adesso il tuo post e quando ribadisco che sei bravissima è proprio vero: sei sempre all’altezza di te stessa, mi piaci tu, i tuoi lavori, la tua simpatia e permettimi di dirti che riesci proprio a distinguerti per la tua forte identità. Brava e il tuo post finisce subito nella rassegna dedicata al libro che sto raccogliendo sul blog. Un abbraccione grande

  10. […] Mi fa inoltre immensamente piacere finire in questo particolare numero perché vi è la presenza anche di  Roberta D’Ancona autrice de La cucina Italiana 2.0 che poche settimane fa mi aveva sorpreso a dir poco inserendomi nel libro con parole altrettanto lusinghiere. Insommmaaaaaaaaaaaaaaaaa troppe parole lusinghiere che non merito*disse rossafuocopeperonevergognatissima. Di ” La Cucina Italiana 2.0″ ne ho parlato invece qui ( http://www.maghetta.it/2013/03/22/iaia-guardo-cucina-italiana-giunti-libr/) […]

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this