FumettoRicetta: Crema al Cammello. Ah no. Caramello

Must Try

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

Organizziamo i pasti per vivere sereni, felici e in salute, soprattutto

Ehhhhh. Sono tornata! E lo dico con voce da Freddy Krueger quando tutti credevano fosse finito a pezzetti nella fornace e invece. Con la...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Urge assolutamente un ripasso e un aggiornamento su tutte le creme possibili e inimaggggginabbbbili perché è proprio nel Periodo Natalizio che occorrono di più ( non è vero ma le dita stanno scrivendo questo mentre io penso ad altro. Tipo: ma allora monto l’albero rosso, l’albero bianco, l’albero verde o quello argentato? E chi purtroppo mi conosce SA che non è per dire. Ho davvero quattro alberi di Natale*disse fischiettando fingendo indifferenza).

Per dire che un semplice cupcake anche solo alla vaniglia può diventare “insolito” e adatto a più persone. Mi è sempre piaciuta molto l’idea di personalizzare a secondo dei gusti (quante volte l’ho detto? un milione o tre?). Si potrebbe fare una sorta di Cupcake Party; ovvero organizzare due dozzine di cupcake (ma anche di più) base : 12 alla vaniglia e 12 al cioccolato riuscirebbero a ricoprire un range ancora più ampio, e fare una miriade di ciotoline con varie creme. Creme che vanno dalle più nauseabonde, ovvero di burro e zucchero, sino a ganache un po’ più delicate e perché no: ricercate. Per queste ultime intendo anche contrasti azzardati. Si possono fare coperture incredibili che vanno dai gusti “comuni” del pistacchio sino ad arrivare a incredibili essenze. Una su tutte la rosa. Avevo sempre sminuito il gusto della rosa. Poi complice una marmellata di petali di rosa, che mi ha fatto sobbalzare, ho cominciato a dar molto più credito a questo incredibile sapore mediorentale ( a patto che ce ne si cibi a dosi minime).

Questa è una ricetta collaudatissima. Se senza alcun tipo di problema si riesce a far diventare il caramello perfetto allora sì che la crema assumerà contorni idilliaci. Lo dico perché  a me non è che venga sempre perfetto questo caramello, eh. Dipende certamente dalla qualità ed è per questo che mi rivolgo sempre a prodotti di prima scelta ecobio. Ma non voglio rischiare di fare l’antipatica ( che lo sono a prescindere) e capisco che a volte si ha voglia sì di preparare qualcosa ma non di andare alla ricerca del prodotto-pazzesco-bio-incredibilmente-costoso-abitoinunpaesinondolopijolecobio?

Avendo a disposizione un termometro non ci si sbaglia con il caramello ( sto peggiorando la situazione sul fronte antipatia o sbaglio?) ma stando ben attendi a non bruciarlo ( e non avendo timore che ” è troppo presto”) ce la si fa senza problemi. La ricetta della crema pasticcera universale non vi è. Ognuno, diciamolo, che è avvezzo alla passione dolciaria ha la sua ricetta “segreta”; ergo basterà adoperare quella.
Ritornando al  Cupcake Party( che poi comincio a vaneggiare e perdo pezzi) l’idea sarebbe proprio quella di offrire, con un minimo sforzo, una serie di “cupcake componibili” con base vaniglia/cioccolato imbottiti con diverse creme . E già li vedo allegri come i bimbi tutti quegli ometti che spatolano, con abilità da muratore, glasse su pareti soffici di dolcetti. E’ divertente, coinvolgente e in più diventa una cortesia deliziosa nei confronti dei palati diversi. E questa crema non può e ripeto NONPUOOOO0oooo’ Mancare ( mi sedo, sì) 

Mi sa che ci ritorno proprio su questo argomento, Cupcake Party,  e magari ne organizzo uno per vedere come va. A te? piace l’idea?

Forse potrebbe interessarti leggere...

10 COMMENTS

  1. Se mi piace l’idea?!
    Certo che mi piace, anzi, inizio già ad organizzare il mio cupcake party, tu ci vieni vero?!?
    ❤❤❤

  2. Mi fai ammazzare. In senso buono ovviamente. Tutte le volte che vado nel lettore di WP trovo o i miei post oppure i tuoi (con la differenza che i tuoi hanno una qualche utilità 😀 ). Secondo me é proprio un modo di vivere, non fare altro che scrivere ed esprimersi. Muoio ;-D

    • (ah già l’albero rosso. a tratti disegno cose un po’ troppo rossosanguinose di natale. potrebbe essere il momento giusto per l’albero cremisi *__________________* vedovideoalberoverdepure. ecco.)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this