Chiacchieriamo un po’ e mangiamo waffle al cioccolato? Sì. Sono veg.

Must Try

Il cappuccino in casa

Farlo non è mai stato così facile. Se non hai il frustino elettrico e il cappuccinatore puoi farlo ugualmente proprio come al bar. Fare il cappuccino in casa non è mai stato così facile (e buono!)

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Quest’anno non mi dedicherò tantissimo alle ricette di Halloween; questo non significa che non ce ne saranno e che i video mancheranno ma lo scorso anno, ponendomi l’obiettivo di fare un video al giorno (poi ne ho fatti di più), ho davvero impiegato troppe energie e troppo tempo e questo mi ha portato a rallentare con il Natale. Qui troverai la playlist di Halloween sul mio canale youtube; conta ben 56 video e ci sono ricette, do it yourself, apparecchiature, vlog e tantissimo altro.  

Raggrupperò quindi i video più significativi e che credo possano essere utili e li ripresenterò qui a corredo di post, proporrò poche idee culinarie ma molto particolari e d’effetto e poi: only Christmas! Un po’ come i vecchi tempi perché ne ho proprio voglia. Quando il Natale cominciava il primo di Novembre e tra tombole, ricette tradizionali da ogni parte del mondo e risate diventava tutto magico e unico. Grazie soprattutto a te e a tutti voi che mi tenevate compagnia. La verità è che ormai con tutti questi social si fa un po’ fatica a rimanere focalizzati. Onestamente a me questo boom di stories, youtube e instagram in generale mi ha un po’ confuso. Nel senso che mi distraggo e non focalizzo bene i miei obiettivi -e a dirla tutta non finisco fiscalmente, come prima, i miei programmi “editoriali”- e non in ultimo faccio fatica ancora di più a gestire il tempo. Perché hai fatto caso a quanto tempo si perda ormai a seguire le storie? È innegabile che rispetto all’immagine statica ci sia una “dispersione di tempo” maggiore. Oltre che di qualità fotografica. Comunque vaneggiamenti a parte ci tenevo davvero molto a fare un po’ il punto della situazione in modo che tu possa sapere cosa ti aspetti. In primo luogo riprenderanno i planner alimentari al Sabato; ovvero proporrò settimanalmente l’organizzazione delle ricette nell’arco della settimana con i consigli per la spesa. La rubrica dei Menu è sempre molto piaciuta ma richiede davvero tantissima cura e non volevo buttar giù velocemente dei planner giusto per farli. Davvero in tanti me lo avete chiesto e quindi con annesse scuse: sì. Tornerà prestissimo. In secondo luogo Halloween sarà una breve parentesi rispetto agli scorsi anni ma non per questo motivo meno ricco, perché sono a dir poco lusingata di sapere che ci sono diversi affezionati alle mie classiche rubriche halloweenarecciiie (?!). Infine sarà tutto un tripudio natalizio alternato alla rubrica la Libreria di Iaia, che è sempre attesissima, qualche vlog giusto per tenerci compagnia e aggiornarci. A tal proposito ti lascio l’ultimo:

 

Come accenno nel video sono stata candidata come miglior Food Blogger da Vegan Italy; premesso che onestamente trovo la mia presenza impropria in quanto “i colleghi” sono certamente più preparati di me e io effettivamente non sono una Vegan Food Blogger tipica, colgo l’occasione per ringraziare te e tutti quelli che passeranno di qui perché il merito è solo tuo. Vostro. E di nessun altro. Se ti fa piacere puoi votarmi mandando una mail. Nel video ho detto l’esatto contrario, ovvero che non cercavo il voto, ma come mi hanno detto in tanti è giusto invece dare il link. E io volevo essere tutto tranne che scortese; quindi qualora ti facesse piacere questo è il link. Basta cliccare sul volto e mandare una mail, tutto qui. Credo sia tutto automatico.

Oggi, dopo averne parlato su RunLovers e proprio qualche giorno fa qui all’interno del Blog, ecco la versione con l’aggiunta del cacao amaro dei waffle che stanno facendo impazzire un po’ tutti. L’hanno provata davvero in tantissimi, e la cosa non può che rendermi felice. Sono piaciuti in modo incredibile e anche Ombretta, che è appena ritornata ahimè a Roma (ma fortunatamente sta per tornare con annessa biondona ferrarese), è impazzita di felicità all’assaggio perché glieli ho preparati per una colazione speciale insieme. Non demordere anche se non hai la macchinetta, mi raccomando! Puoi comunque cuocerli su una piastra bollente a mo’ di pancake oppure comprarla, perché costa davvero pochissimo e la trovi pure alla Lidl senza problemi.

La ricetta hawaiana su RunLovers

Come ogni Giovedì è uscita la mia ricetta su Runlovers. Si tratta di una ricetta particolare, facile e gustosa in occasione del Triathlon più famoso del mondo che questo week end si svolgerà in quel di Kona. Quello a cui partecipa anche Gordon Ramsay, sì.

E niente. Io sono nel lettone con diversi acciacchi perché la vecchiaia avanza e la stanchezza si moltiplica ma non demordo e oggi se riesco ad alzarmi mi faccio dodici waffle di questi per rimettermi (non è vero, dai. Imporrò al Torinese di cuocerli). Che sia un fine settimana bellissimo per te e noi ci rivediamo Lunedì perché comincia il tour de force che ci porterà fino all’Epifania. A Pasqua? A.

Non è mai un tour de force se fatto con il sorriso, sognando. E soprattutto con te. Grazie sempre.

 

La Ricetta

Ingredienti per 4 waffle molto spessi, croccanti fuori e soffici dentro (l’ho detto che sono buonissimi?)

200 ml di latte vegetale
160 grammi di farina 0 (o quella che preferisci)
1 cucchiaino e mezzo di lievito
70 ml di olio vegetale
50 grammi di zucchero e 2 cucchiai di cacao amaro in polvere
vaniglia o cannella (o spezie che decidi tu)
zucchero a velo per decorare se vuoi

Butti dentro una ciotola tutti gli ingredienti e con la frusta da pasticciere giri forte forte forte in modo da non lasciare grumi. Una volta fatto questo spennella con altro olio le pareti della macchinetta dei waffle sia sotto che sopra e versa al centro 2-3 cucchiai. Cuoci per almeno 4 minuti ma dipende dalla macchinetta. Non devono diventare marroni. Devono staccarsi comodamente dalle pareti e dopo la prima prova sono sicura che riuscirai a capire di che consistenza e cottura ti piacciano.
Spolverali con zucchero a velo e poi condiscili e adornali con tutte le meraviglie che ti piacciono.

Forse potrebbe interessarti leggere...

3 COMMENTS

  1. E se sono piaciuti a Ombretta direi che sono promossi..no??? ? .. io non ho l’aggeggio per farle ma mi hanno sempre incuriosita. Non li ho mai nemmeno assaggiati ? ..devo rimediare!! Ps: Gy non so più dove e come dirtelo..ma ci privo da un po senza risultati.. però da aua a quando nasce piripicchia ce la facciamo a fartelo sapere???????? ❤❤❤❤❤

  2. Quattro chiacchiere sul blog! Siiiiiiiì! ?
    Quanto mi sono mancate! E anche al tuo filtro spam, suppongo, che finalmente ha qualcosa da fare e può, giustamente e doverosamente, scaricare via tutte le mie scemenze come Mister Muscolo che libera i tubi della cucina dal pollo. Intero, congelato.

    Scemate a parte quest’anno sto anche io aspettando, stranamente, il Natale. Voglio anzitutto un bel freddo gelido da piumoni messi a lasagna, voglio le luci così intermittenti da far atterrare gli aerei sui tetti e vedere in giro un po’ di sorrisi stampati sulle labbra delle persone che amo. Fare una scutuliata poderosa di fatti ‘meh’ a mo’ di San Bernardo che si è buttato nel fango e che si ripulisce, bavando ovunque. E se torna Maghetta, è la ciliegina sulla torta!

    ❤️

  3. La macchinetta ce l’ho (regalata dalla zia tedesca dell’Inge!), ora devo trovare il tempo e provarli! ^_^ Corro a votare, come sempre piena d’orgoglio e di emozione per la mia Iaia <3 ,ma non prima di averti scritto che… leggendo "tripudio natalizio e Libreria di Iaia" ho urlato SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!! talmente forte che ho messo a dura prova i vetri di tutto il palazzo. Non vedo l'ora. Sono pronta!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Le polpette di melanzane di mamma

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

Il Cantalupo con la feta

Un piatto facile, veloce e strepitoso. La feta con l'anguria, da anni, è una certezza ma con il cantalupo hai mai provato?

Le Ricette di Mamma – Siciliane a base di pesce

Ti racconto alcune delle ricette siciliane che mia mamma prepara da sempre. Delle preparazioni che non sono solo piatti ma scrigni di ricordi, giorni e vita. Un tour tra cuore e tavola.

Le melanzane più buone! Come le fa mamma

Una delle ricette che amo di più e che mangio sin da piccola. Che sa di tradizione, amore e casa.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

More recipes like this