Che fico! Il famoso biscotto di Omar Busi

Must Try

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Che fico di Omar Busi

(biscotti cantuccini al cioccolato)

No. Non sono definitivamente impazzita e no. Non urlo “Che fico è Dicembre!” solo che questi biscotti si chiamano proprio “Che fico!” di Omar Busi e io volevo fare un po’ la simpaticona (non ci sono riuscita d’accordo). Voglio iniziare con una ricetta d’autore perché parte ufficialmente il calendario dell’Avvento culinario, ovvero posterò un’idea e un delirio al giorno e ti dico sin da subito che a sorpresa ci saranno anche le tombolate natalizie. Ma te le ricordi?

Tombole Natalizie in arrivo. Sei contento?

Ecco però se nessuno è contento di queste tombole io faccio come quella bimba antipatica che prende il pallone e va via urlando “io non gioco più”, te lo dico. Se sei arrivato da poco o semplicemente hai avuto la fortuna di non seguirmi in questi anni a Natale ti spiego velocemente: metto in palio un premio e dico che il vincitore sarà il 344.mo commento così si sa in anticipo senza estrazioni e problemi, tu commenti chiacchierando insieme agli altri -non più di un tot di commenti per volta però- e al raggiungimento del suddetto numero si procede all’estrazione (ovvero si controlla a chi corrisponde il 344.mo commento) e via: hai vinto! Mi scrivi in privato un indirizzo e io ti invio il premio attraverso Amazon. Prima facevo tombole tutti i giorni. Adesso purtroppo non posso, non tanto perché non mi va di mettere venticinque premi in palio perché fosse per me ne metterei anche cento, ma perché è davvero molto complesso quello che sta dietro alle tombole. Spedizioni, problemi, telefonate, indirizzi sbagliati e io che sono rincretinita (cosa da non sottovalutare e primaria) e tendo poi a dimenticare, saltare e. E non voglio disturbare quelle trecentosettanta persone che già mi accudiscono come badanti e chissà per quale ragione mi vogliono ancora bene.

Quindi segui il blog per tenere d’occhio le tombole che verranno in modo del tutto random. Ti posso dire che a differenza degli altri anni metterò premi ancora più consistenti e strepitosi (oh! E diciamolo! Lo diciamo o no?).

Come ho avuto modo di scrivere più volte non si tratta di giveaway o oggetti messi in palio da smistare perché li ricevo. Si tratta di pensieri che compro io per te. A ognuno di quel “te” vorrei fare un piccolo pensiero. Per l’affetto, l’attenzione e la cura che ricevo da ormai più di un decennio ma purtroppo è impossibile. Non lo è però spendere del tempo insieme, sognare e giocare soprattutto. Mi piace l’idea di pensare a qualcosa che possa piacerti e farti compagnia. Qualcosa che non solo ti faccia pensare a me ma a tutti i momenti trascorsi insieme tra disegni, cibo, risate, commozioni e angoli di riposo. Ho sempre voluto essere questo.

L’altro giorno, dicevo su Instagram, una ragazza mi ha detto “Iaia sei una spacciatrice di meraviglie” ed è stata una delle cose più belle che mi siano mai state dette. Ecco io vorrei essere questo anche per te: una spacciatrice di meraviglie.

Questi biscotti falli per te ma regalali anche perché riscuoterai un successo incredibile. Sono di facile realizzazione per essere dei biscotti d’autore e tutti quelli che li hanno provati -perché li ho fatti diverse volte- mi hanno chiesto la ricetta. Segue inchino a Omar Busi (lui sì che è spacciatore di meraviglie!). Perfetti perché i cantuccini sono tipici del Natale, in una scatola di legno ma anche un delizioso barattolo o burnia. Con un bigliettino scritto a mano e un pensiero. Perfetti per stare su un’alzata, per un tè speciale con le amiche da organizzare sotto le feste, una colazione e una merenda speciale. Si conservano benissimo anche per settimane (due? anche. Massimo dieci giorni, ok?) dentro una scatola di latta e questo ti permette di prepararli con netto anticipo. Se li provi ti prego dimmelo perché sai che mi fai felice.

Ti aspetto sulle Stories

E per tutti gli aggiornamenti riguardo le tombole e i deliri ti consiglio di seguirmi su Instagram perché sarà lì che annuncerò le tombolate e trascorreremo insieme il Natale.

Ti ricordo che ho due account Instagram

MAGHETTA e

IAIAGUARDO

Ti aspetto (e poi con i messaggi privati lì posso rispondere davvero subito e non mi perdo come con le mail e i social. Mi piace moltissimo perché per la prima volta riesco a essere leggermente più puntuale. Leggermente eh. Ma sempre con tanto impegno e amore. Su questo posso dire: croce sul cuore).

 

 

  • 500 grammi di farina debole tipo 1 W=140
  • 400 grammi di zucchero a velo
  • 220 grammi di albumi d’uovo
  • 215 grammi di mandorle sgusciate
  • 215 grammi di fichi secchi
  • 100 grammi di cioccolato fondente
  • 50 grammi di burro
  • 50 grammi di cacao in olvere
  • 20 grammi di lievito (Busi aveva messo 30 di baking soda)
  • 7 grammi di sale (Busi consiglia di Cervia)

In una planetaria con la foglia gira l’albume, lo zucchero e il sale. Aggiungi il burro sciolto e poi le polveri setacciate (lievito, cacao e farina). Infine i fichi tagliati a pezzi e le gocce di cioccolato. Non eccedere con i tempi di impasto e lavora poco. Copri la frolla che hai ottenuto con pellicola trasparente e lascia riposare in frigorifero per almeno 3 ore. Realizza quindi, lavorando manualmente, dei cilindri di diametro 4 cm e posizionali su una teglia rivestita con carta da forno. Cuoci 10 minuti a 200 già caldo. Sforna e lascia raffreddare e poi taglia diagonalmente. Inforna nuovamente per minuti a 150 per 20-25 minuti in modo che i biscotti secchino definitivamente.

Le curiosità

  • La teiera è di Anthropologie
  • La tazza con il codino del coniglio l’ha presa Pier a Torino ma non ricorda il negozio (mah!)
  • L’alzata è un regalo della mia zietta Laura e di Peppone. Non so dove l’abbiano presa ma nel caso ti interessasse lo chiederò

Sono partiti i Vlogmas!

Sul mio Canale Youtube sono partiti i Vlogmas. Che ne dici? Continuo? 

 

Forse potrebbe interessarti leggere...

25 COMMENTS

  1. E chi se le dimentica le tombolate? E le telefonate di tutti i corrieri alla Bionda? Non vedo l’ora di ricominciare e di trovare il calendario dell’avvento e te e tutti e. ❤ Pioggia di cuori!

    • <3 ma quindi sei pronta?
      Io sono già abbracciata al tuo nano verde che sarà il notaio di questa edizione.
      DICO SOLO QUESTO.
      Non ce la faremo mai.

      E. Ma quest'anno ce la facciamo a telefonarci e dirci un c****** DI AUGURI!?!?!?
      Maghetta non dice brutte parole.
      Ma iaia si.
      non dirlo a nessuno 😀 <3

      ama.

      • sono PRONTISSIMA
        dicci al nano di fare giudizio, che se no vengo lì e gli tiro il naso!

        Sìììì chiamiamoci <3
        mai parolacce. mai ca***.

  2. Non ti ripeterò per l’ennesima volta quanto sia bello e importante per me arrivare al Natale insieme. In questi anni mi hai restituito la gioia di questa festa, l’entusiasmo per il percorso di avvicinamento, la voglia di impegnarmi per renderla speciale con le mie mani e le mie forze. E tu lo sai. Sono pronta, sono qui. Cominciamo stellina mia! <3

  3. Cioè tu mi stai dicendo che tornano le tombole? Mi stai dicendo che ci saranno 12132473843264 commenti? Mi stai dicendo che ci sarà di nuovo il super delirio??? Ma io non aspettavo altro!!!!!!! Non vedo l’ora!!! Tutto questo mi è mancato. Perchè se non tomboli qui non è Natale!!! Una pioggia di BACIIIII!!!!

    • Te ko sto dicendo santobiscottodinatale. Mentre ti abbraccio fortissimo.
      Ero un po’ indecisa perché ogni volta nel tettuccio piango commossa e dico: anche io voglllioo delirareeee con loro.
      E nel frattempo la vita mi fagocita. E ogni anno dico “un giorno ci riuscirò!”.
      Ecco.
      Siccome sono un’inguaribile ottimista mi sono prefissa di farcela quest’anno (ovviamente non ce la farò ma CI PROVO. CI DEVO PROVARE*disse sbattendo la mano sul tavolo)

      *______* ALLORA NATALE SIAAA!!!!!!!!!
      corro a prenderle tutti i regali e tornooooooo. Anzi!
      Ne compro ancora di più.

      Metto in palio pure il nippotorinese.
      ah no.
      non partecipa nessuno in quel caso.
      Neanche io parteciperei.

      Una pioggia di baci. Ma una pioggia forte, sia chiaro.

  4. le tombolateiaiose sono indimenticabili, ci sono i cavalli della tastiera che scalpitano u.u

  5. Ciao carissima! Ricetta strepitosa come sempre e che assolutamente proverò! Una sola curiosità: per quanti minuti a 150 gradi dopo averli tagliati? Un super abbraccio! 🙂

    • Carlyyyy <3 che bello averti qui
      Grazie infinite per avermelo segnalato. Ho corretto. Venti minuti circa infornati di nuovo.
      Ti abbraccio fortissimo.
      Che dici? Giochi a tombola con noi?
      un bacione e un abbraccio fortissimo :*

  6. Ok è uffciale io a forza di vedere le dolci creazioni ho la bava alla bocca…da provare assolutamente a rifare quanto prima!!!

  7. Scusa forse ti è scappato ma i biscotti quanti minuti devono restare in forno a 150 dopo che sono stato tagliati? Grazie

    • Maria Grazia ti ringrazio tantissimo per avermelo detto. Ho corretto. Venti minuti circa. Un bacio e grazie grazie grazie (mamma mia sono già fusa!)

  8. Primo dicembre, torno su internet, faccio un giro, ritrovo un po’ di gente, le ricette di iaia e pure le tombolate??????

  9. Ciao!! Adoro i cantuccini!! Pensa che li avevo già programmati x portare ad amici domani sera….. ehm….. qs sera……siamo già a sabato! Farò i tradizionali e perché non provare anche con questa versione? Cantuccini accompagnati a vin santo…. Non ho avuto il piacere di partecipare gli altri anni alle tombolate. Xché no? Ed è già aria di Natale!! ?

    • Laura sono felicissima allora.
      Un’esperienza delirante e bellissima <3 :*
      I cantuccini santocielo sono buonissimi*disse con la bava alla bocca

  10. Bellissimi li proverò!
    Grazie
    Per le tombolate se serve un’esperta di smorfia partenopea sono qui ?

  11. Sono davvero curiosa di vedé e sapé come quando dove funziona questa a quanto pare FANTOMATICA tombolata….a quale edizione sono arrivata???? 😀
    Intanto ieri sera (con grande curiosità dei miei cuccioli) ho già provato questa slurposa ricetta, e oggi porto il risultato dalla mia nonna pisana DOC, per tentare e corrompere il suo saggio ma tradizionale palato!! [huahuahua] 😉
    Just one question, Iaia: qualora volessi utilizzarli per ampliare la cerchia di vittime di golosa tentazione natalizia, dove posso metterli affinché si conservino bene? Sacchetti di plastica ben sigillati o meglio barattoli di vetro a chiusura ermetica??

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Happy Vegan Christmas

Un libro che racconta un Natale total veg saporito, bello e profumato. Karoline sorprende con semplicità e con una disarmante bellezza.

Christmas Tea Time

La storia del marchio Dammann Frères ce la raccontano i diretti interessati nel sito ufficiale. Si tratta di un’infinita gamma di tè pregiati. Sir...

Mele, uvetta e cipolla

Amo questo contorno. L'ho scoperto un po' di anni fa e da allora è stato amore infinito. Facile, veloce, total veg e perfetto per quando hai voglia di qualcosa di buono e sano.

Chicago Pizza

La Chicago pizza, o deep dish pizza, ha un impasto dai bordi molto alti che viene riempito da mozzarella, salsiccia, parmigiano e salsa marinara.

Le polpette di melanzane

La mamma ha sempre ragione anche quando non ce l'ha. In cucina poi non ne parliamo. Se la mamma dice "a occhio" allora tu devi fare "a occhio", fine del discorso.

More recipes like this