Sì l’ho fatto davvero: la pasta al kiwi con il surimi

Must Try

La frolla con i fiori

I fiori si possono ammirare, coltivare, regalare e mangiare. Sì, esistono dei fiori eduli perfetti per zuppe, insalate e dolci sorprendenti.

Il poolish

Il poolish, altrimenti detto biga liquida, serve per consumare pochi grammi di lievito di birra. Un altro modo per consumare meno lievito e ottenere dei...

Torta al cioccolato vegana (la più buona since 2012!)

Era il 2012 quando per la prima volta pubblicavo questa ricetta sul Blog. Ne rimane traccia però solo un vecchio post che non ricordavo....

Organizziamo i pasti per vivere sereni, felici e in salute, soprattutto

Ehhhhh. Sono tornata! E lo dico con voce da Freddy Krueger quando tutti credevano fosse finito a pezzetti nella fornace e invece. Con la...
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Iwi Il Kiwi è cannibalecarboidratico e mangia Pasta al Kiwi e Interviste.

 

Da quando ho in casa Dessert di Ducasse non faccio altro che accarezzare le pagine ed emettere gridolini di incontenibile felicità. Mi è capitato anche con Lachapelle per carità ma a quanto pare il Financier, l’After Spoon e il pane scozzese riescono ad entusiasmarmi fotograficamente di più. Che una lattina di coca cola gonfiabile mi travolga!  E la fantomatica pannocchia gigante sulla quale blatero da anni sembra quasi che io la veda. Materializzata in materiale gonfiabile proprio come l’hot dog di Lachapelle o la lattina che travolge automobilisti rimane al momento ai primi posti della wishlist.  E chiedendomi se l’Hot dog si apostrofi o no comincia questo martedì.

Più volte è stato detto “ ah quel Sant’Uomo del Nippotorinese! Vorrei vedere cosa avrebbe lui da dire “. Per questo motivo parte “Intervista con il Nippotorinese”. All’interno dei commenti si avrà la possibilità di lasciare uno o più quesiti. Ha dato la sua totale disponibilità (non è dato sapere come ma si tratta pur sempre di allegre minacce indigene del luogo*disse indossando una coppola con paillettes) e risponderà al più presto. In sette anni di onorata (risate registrate) carriera blogghereccia del resto non si è mai avuta questa enorme (?) opportunità.

Ieri per testare la situazione gli ho rivolto pochissime e incisive (e canine e molari) domande.

“Come immagini la tua vita senza di me?”

“Devo rispondere con un termine più incisivo di -normale- , suppongo?! Allo stato attuale però  la mia mente non è più in grado di immaginare una situazione tanto lontana dall’attuale realtà. Cortesemente virgoletta realtà con un grassetto font 42, grazie”

“-Ma davvero passa il tempo con i conigli in mano?- E’ una domanda che spesso mi chiedono di rivolgerti”

“Provo sollievo vedendoti nel virtuale. Hai quasi contorni di normalità lì. Riesci a dissimulare talmente bene che qualche volta preferisco leggerti che girarmi e osservare quale tipo di follia si stia materializzando in casa”

“Cos’è la cosa più bizzarra che ho fatto?”

“Se per te è normale andare in un bosco vestita da coniglio, chiedere ad un vigile urbano di far la foto con un coniglio, pulire la cipolla con la maschera da sub, venire con le pinne in doccia, inventarti l’idromassaggio dicendo che bastano due cannucce e soffiare forte dentro l’acqua, contare le lenticchie, farti trovare vestita da Alice nel paese delle meraviglie quando ci sono i tuoi a cena, fingere di essere il sommelier del latte zimyl. Beh. No. Non riesco a capire il concetto di bizzarro per te”.

E’ giusto cominciare l’anno dando voce ai più deboli. Mi verrebbe quasi da dire. Emerge una strana comprensione improvvisa. Fortuna che passa immediatamente.

Comunicazione di Servizio: A volte ricordo di avere un Tumblr e ticchetto ricordi.

 

La ricetta la lascio qui? Ingredienti per 4 persone circa: 400 grammi di pasta all’uovo freschissima, 300 grammi di surimi precedentemente sbollentato, 3 kiwi, 1/2 bicchiere di vino bianco secco, 1 spicchio di aglio, pepe rosa, sale rosso delle Hawaii, olio extra vergine di oliva.

Dopo aver lessato il surimi in acqua bollente per qualche minuto,  tagliare a rondelle e fare saltare nell’olio con uno spicchio di aglio intero che poi andrà tolto a fine cottura. Lasciare quasi tostare per poi sfumare le rondelle di surimi con il vino bianco secco prescelto. Aggiungere un po’ di pepe rosa e sale rosso delle Hawaii (devo assolutamente consumare l’ingente quantità in casa in qualche modo) e girare accuratamente. Sbucciare i kiwi e tagliarli a dadini piccolissimi tenendo da parte qualche fettina molto sottile per la decorazione finale del piatto. Cuocere la pasta in abbondante acqua salata, scolare al dente e condire con il sugo di surimi e pepe. All’ultimo momento aggiungere i pezzetti di kiwi. Mescolare molto velocemente e servire.

Forse potrebbe interessarti leggere...

54 COMMENTS

  1. sarei perfino disposto ad acquistarlo un libro di ricette così fumettoso.
    Ma chi è il più fortunato fra voi due? Tu o il Nippotorinese?

  2. Buongiorno Giulia ! Tutto bellissimo come sempre

    Bella ideaaa
    Vorrei chiedere a Sick: Quanti conigli ha ?
    Come l’hai conquistata?
    Sei gelosa della sua bellezza?
    Grazie

  3. credo sia uno dei fumetti più pazzi che tu abbia realizzato ultimamente. ma mentre lo scrivo me ne vengono in mente un’altra decina almeno e non so se confermare quello che ho appena scritto…tu sei folle. la cosa assurda è che continuo a stupirmene.
    l’intervista al nippotorinese è esilarante ma lo è ancora di più il suo assecondarti suppongo
    :)))
    sorrido a te
    bacetti

    • Eli mia (tu mia) Buongiorno !
      I Signori Surimi non hanno ancora trovato i bagagli e stanno qui a lamentarsi. Santo cielo posso dir loro di chiamare te ?
      Io mica li capisco.
      (gli ho preparato anche del the matcha per distrargli ma niente. gli gnocchi al the matcha ma niente. i biscotti e i pancake ma niente. sono leggermente alterati dalla teina . forse dovrei smetterla e passare alla camomilla matcha. esisterà no? )
      Insomma per dire che.
      In effetti credo di dovermi consegnare alle autorità competenti.
      Ma poi mi chiedo: e se fossero autorità incompetenti? E se non fossero in grado di riuscire a riabilitare me e i conigli e i nani da giardino? che vita darei alle mie creature e ai miei amici serial killers?
      e per questo motivo temporeggio. FIn quando temporeggio il tempo sarà a reggio.
      ELIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII FERMAMIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIi

      (il tizio mi asseconda ulteriormente. Ammetto di avere paura. TRAMA QUALCOSA )
      (io TRODIO QUALCOSA. ok. vado a vergognarmi in un angolino buio. è difficile con questo sole ma posso costruirlo. ci vediamo li’? beviamo the matcha insieme e farfugliamo occhei? )
      103810238109381092381023182
      bac_chili.
      a me piace esagerare e gli etti proprio non mi piacciono.
      escludendo Etto l’amico del mattino, of course.

      • buongiorno a te tesora
        camomilla matcha, ehm ecco, potremmo anche inventarla. vediamo.. si fa scolorire al sole la polverina verde e forse..si, si puòòòò faaareeee *_*
        prima, di certo, dovrei trovarlo questo benedetto matcha dato che il mio rivenditore di robe introvabili di fiducia dice di averlo terminato ( non ti chiederò ancora la ricetta del gelato, non lo farò no )
        certo è che se tutti continuiamo ad assecondarti e anche il nippotorinese comincia a farlo le tue speranze di rinsavire sono perdute ihihi ed è anche per questo che non ti fermerò. no, non sarò io a fermarti. lo sai come la penso, sei così bella così nella tua follia..

        allora andiamo? facciamo? diciamo? saltiamo? dai dai
        vediamoci li, proprio li, coltiviamo camomilla matcha e facciamo millemilioni di foto blaterando qua e la

        bacchili bacchili a te

  4. Buongiorno bellissima!
    La domanda per il nippotorinese la sognavoooooooooooooooooodatempo (tuttattaccatocomete ahahahaha)
    sono impazzita.

    E’ bella anche così da viva ? 😀
    La mattina quando la guardi cosa è la prima cosa che pensi?
    ( un bacio GIII!)

  5. lo so che mi sputtano la domanda con poco ma…

    “sei riuscito poi a dormire ieri sera? XD”

    no vabbè…posso una seconda?

    “cosa ti ha spinto ad andare da lei?”

    • ahahahhaha*ridebattendoipugnipettera.
      Che poi mi chiedeva: ma cosa è successo?
      e io dicevo : Sei una tonna?
      eh? sei una tonna?
      e allora non puoi saperlo.
      diventa tonna.
      e poi lo sai.
      cielo. ok appunto sul taccuino e rivolgo domanda (poi puoi chiedergli perfavore “cosa ti spinge a non andartene da lei? ” credo proprio che mi faro’ un nick e un blog con falsa entita’ per fargli qualcosa come 190238109382193812038 domande. ok la smetto. e mi calmo. aspetto chiamata da mamma e apppena so qualcosa e mi tranquillizzo facciamo le quindicenni? cielononvedoloraaaaaaaaaaaa)
      ( sì, ecco)
      (e grazie)
      ( e baci)
      e si vede chesonopiunervosadelsolitovero?

  6. Io non ci voglio fare ddomande, al nippotorinèse.
    Io cci voglio fare una proposta.
    Una proposta che non può rrrifiutare.
    Il nippotorinèse alla mia amica Iaia cci deve comprare un anello.
    Anche gli amici, e gli Amici degli amici (e la maiuscola non è un caso), vogliono che il nippotorinèse cci compri un anello, alla mia amica Iaia.
    E siccome gli Amici degli amici sono miei Amici, il nippotorinèse cci deve prestare attenziòne, a quello che cci dico.
    Anche pecché cci sono un sacco di palazzi in costruzzione… e cci si devono costruire un sacco di pilastri…

    • Max io ti adoro. Sei l’unico rimasto . L’ultimo sopravvissuto.
      Sei il kevin Costner no.
      Era Christopherlambertsantocielo.
      Il sopravvvvissuto. Colui il quale chi coloro cosacodello che ha ancora la forza di parlare di anello al tizio.
      Siamo tutti sfiniti.
      Nessuno celafapiu’.
      NESSUNO !
      apprezzo davvero il tuo coraggio . Sei l’ultimo dei gentiluomini*disse asciugandosi il nasino nella sua camicia nuova (posso vero? ho finito i fazzolettini di hello kitty santo cielo. sai che sono profumati alla fragola? ma lo saprai gia’)
      Insomma per dire che ancora perquellacosachetusai NESSUNA NOTIZIA.
      e io sono nervosa come un furetto impazzito in mezzo al bosco (che immagine è ? santocielocosadico?)
      per dire che.

      devo calmarmi.
      inspirare.
      espirare.
      inspirare.
      espirare.
      e pensare ai pilastri.
      solo questo può davvero rendermi felice.
      e santo cielo grazie.
      ma non hai un fratello, un figlio un cugino qualcuno QUALCUNODISPOSTOASPOSARMI?

      • Come sempre, andiamo con ordine.
        Qualora lo desiderassi (come direbbe Bonolis) io sarei disponibile, nell’ordine, a:
        1. Divorziare
        2. Trasferirmi in Trinacria
        3. Convolare a giuste nozze con te
        4. Vivere per sempre felice e contento

        Sul nessunanotizia, inspira ed espira profondamente, non ti ripeto quanto detto in sms in quanto le ragazze mi dicono che quella cosa va detta in numero dispari, epperò ti dico anche che dovresti rispondermi augurandoti la morte del protagonista… superstizioni post-adolescenziali…

        Infine, per la pasta al kiwi, te la dico in romanesco: te la magni te e quelli della palazzina tua!!! Io me magno n’amatriciana come dio comanda!! 😉

  7. sei pazza…tanto pazza…sììììì!
    Ci piace!!!!
    11-1-’11 ho trovato Gi!
    ahahah forte! (non posseggo nani da giardino…ho una gatta bianca che vuole uccidermi, vivo con il dr”Aus” e da piccola avevo la Tigre immaginaria…posso entrare?)

    • Anna macchepiacere !
      E 11-1-11 mi entusiasma come poche cose al mondo. E’ una data di conoscenza che getta già unbelliniziopropriopriotuttattaccato.
      Non può che essere un meraviglioso presagio.
      Per me naturalmente.
      Perchè tu sei chiaramente sfortunata ad aver incontrato me.
      Machiseneimporta.Sono egoista e quindi sono felice per me.
      Bene, come inizio non c’è male.
      La tigre immaginaria?
      santo cielo. Io sono un elefante che era pure sordo.
      La storia della tigre mi sta già appassionando e PRETENDO di conoscerla.
      E’ ufficialmente invitata a cena. Preparerò quenelle di gazzella in salsa di tortora con contorno di patate della savana.
      Un bacione e grazie per essere passata di qui.
      E’ un vero piacere*disse rossappeperone

  8. adesso faccio leggere al finto-programmatore-che-fa-finta-di-studiare-ed-è-troppo-impegnato-per-finire-il-mio-sito l’intervista che hai fatto al nippotorinese così capirà che io non sono strana, pazza, bizzarra ecc.. quando metto la maschera da sub per sbucciare le cipolle.. quando ho usato le cannucce per fare l’idromassaggio e quando conto i pezzi di pasta che devo mangiare.. e mi sono presentata alla sua festa di compleanno con la paletta che intonava la marcia nuziale!!
    grazie di esserci cucciola mia!!!

    • Iberrrrrrrrrrrrrrrrr a breve ci saranno i fumetti pure con te e i dolci sardi. Sono indietrissimo ma non vedo l’ora di mostrarti tutto tutto.
      E chiedo consenso per disegnarti . santocielo a poco a poco qui ridicolizzero’ tutto e mi denuncerete.
      Ma io vi amero’ lo stesso anche quando saro’ rinchiusa in unospedaledihellokittypsichiatrico.
      (ma tu mi vieni a trovare VERO? )
      insomma per dire che le sebadas ok.
      ma non trovo piu’ il post dove mi postavilaricettaconilvideo.
      e non ricordodove.
      e sto impazzendo ( piu’ del solito intendo )
      iwi il kiwi poveretto è francamente pazzo da legare.
      Oggi ad esempio gli ho detto aspetta che ti do la torta!

      e lui ha capito. aspetta che ti do la porta.
      e ha mangiato la porta.
      anticipandomi.
      LA PORTA.
      sono senza porta adesso con una torta.
      E’ una vita difficile la mia.
      1392389183012810983190238102381 baci ( al sapore di kiwi, ovvio)

  9. Dopo la foto con il rabbidbefana in mano, ora si presta anche per le interviste?
    Questa cosa mi inquieta 🙂

    Allora vediamo un po’…la domanda è:
    se non fosse così folle come sarebbe Giulia?

    E il sale rosso delle Hawaii l’ho provato…chebbbuonoooooooooooooooooooooooooo *___*

    Che poi santo cielo sei davvero folle e se tu non fossi così noi come faremmo? Ripetitivo dire che bisognerebbe inventarti. Perchè della nutella ne posso benissimo fare a meno, di Maghetta no!

    Bacinottoli (che a bacinelle di baci si ragiona meglio)

    • Il sale rosso delle Hawai.. Santocielo . Ho preso tutti i sali possibili ed immaginabili da Eataly e non vedo l’ora di trovare anche quello arcobaleno. Perchè esisterà quello arcobaleno no?
      ok.non rispondermi. dammi solo un ceffone e facciamola finita.
      Il fatto è che ho paura della risposta alla tua domanda. Dira’ una serie di cattiverie inenarrabili ma segno sul taccuino e faccio sapere al piu’ presto ( preoccupa e non poco anche a me questasuaimprovvisaccondiscendenza)
      adesso vado a vedere il cellulare ( che ho giustamente dimenticatodilla’ perchesonopazzaedimenticotutto)
      e.

      ti mando messaggino.
      detto questo.
      ti amo.
      ok.

      • io la so la risposta giusta che è quella che penserà. Ne sono sicura.
        Detto questo santo cielo cosa mi hai ricordato con il sale arcobaleno…sai che ce lo fecero fare alle scuole elementari con i gessetti??? avevo un vasetto di sale di tanti colori, messo a strati. Devo rifarlooooo.

    • E tu mi hai fatto preoccupare mi hai fatto !
      Sono felice di leggerti , sai?
      COme stai? ( chepoiiomiaffezionoemipreoccupo. Un po’ come una vecchia zia del brasile insopportabile che se non la vai a trovare va da raffaellacarra’. ok. come sono arrivata a carramba? )
      bene.
      SOmiglia a Stipe in maniera impressionante ma anche a Billy Corgan
      http://www.youtube.com/watch?v=kG8CSPm6cjw&feature=fvst

      Stipe glielo dicono davvero tutti. Dal medico, al supermercato al bambinochepassaperstrada ( è stata la prima somiglianza tra l’altro che gli ho attribuito anche io e che mi ha fatto LEGGERMENTE perdere la testa per lui . Maledettofascinostipiano!)

      ( il video che hai poi postato tu. è impressionante. somiglia moltissimo nel profilo. pazzesco)
      Insomma per dire che sono felicissima che tu mi segua ma soprattutto che qualche volta ti faccia viva.
      checihounetacihoio.
      E un inizio sfavillante anche a te. Che si realizzi tutto quello che desideri di piu’ ma anche di meno.
      Insomma tutto.
      Un bacione V.
      Un bacione grande.
      (ma davvero noti somiglianza conmogliemuccino? corro su gugol. questa robba quuua non mi convince. quella è bella davvero ma davvero )

    • E tuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu mi mancaviiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
      MONELLO !
      fare preoccupare la zia !
      *piange a dirotto ma anche a dir_nove.
      Amico mio ti piacciono sul serio? il giudizio degli amici è prezioso come poche cose al mondo.
      Anzi.
      Non c’è nulla di più importante quindi .

      *lo abbraccia commosso
      (ma la vogliamo fare questa collaborazione csabiana o inventarci qualsiasicosainsieme? )

  10. All’invenzione dell’idromassaggio ero piegata in due e al sommelier del latte zimil ho capito perchè ti amo. Io faccio la stessa cosa con hendrix quando non vuome mangiare qualcosa e, lo confesso quasi con vergogna, sono arrivata a disegnarmi degli stupidi baffetti da francese sommelier con la matita per gli occhi per essere più credibile. Ovviamente insceno un fantastico accento francese tipico di Saint Germain e il sopracciglio alzato da snob.
    “mamma nommipiase”
    “me no! Mon cher! me no!”
    “nommmipiaaaaceeeee”
    Disegno baffi e prendo collanona con medaglione creata apposta per l’evento. Con fare snobboso assaggio.
    “mon cher…supreeeeem! Se bon se bon! E’ la supreeeem pasta ai broccolì di tut la frans!”
    Dopo 5 minuti di sommelier Gusteau (anche hendrix ama il cinema ma adatto alla sua età) mangia sempre tutto…forse lo fa per pietà o per mettere fine all’orrenda visione di sua madre con i baffi disegnati che parla un idioma sconosciuto ai più!
    E comunque ho le lacrime se ripenso all’idromassaggio!
    Poi, se mi è concesso, avrei da porre al nippotorinese una domanda intelligente (adeguata ovviamente all’intelligenza della richiedente).”TU che sai il giapponese mi potresti tradurre queste tre parole? Hunki Dori, Suki Yahki e Shiki Shima? Scusa se non le ho scritte in giapponese perche se sapessi scriverle è probabile che ne conoscerei il significato. Potrebbero anche essere delle brutte parole ma, ovviamente non lo so! E’ che con hendrix stiamo leggendo un libro di Richard Scarry intitolato In giro per il mondo ed al capitolo sul giappone compaiono questi tre nomi. Ora, avendo hendrix la curiosità tipica delle scimmie enasiche e, ogni volta che leggiamo il libro, mi chiede “ma che tignificano?” penso che tu possa riscattarti agli occhi del mondo intero e tradurmi, semprebaciandolemani, i nomi dei tre tizi del treno per tokio! Grazie (l’educazione prima di tutto)”
    Ecco, segnala pure sulla Moleskine che non mi fido più di sentire hendrix chiedermi “ma chettignifia?” (tieni conto che il libro viene letto dalle 5 alle 10 volte al giorno!
    TI amo!

  11. Io vorrei chiedere al Nippotorinese il tuo difetto più grande e il miglior pregio ( sono convinta che non hai primi ma solo secondi)

    Sei adorabile Gi.
    Ti seguo sempre ! Sei un mito ( ti legge anche mio papà ahahhahaha)

    :*

  12. Il kiwi tagliato a rondinelle…è una merviglia-meravigliosa. Sono folgorata…quasi riesco ad immaginarmelo. E mi inchino davanti all’artefice di cotanti svolazzi di superba fantasia-fantasiosa. Il kiwi, o che dir si voglia, Iwi il kiwi, è diventato ufficialmente il mio idolo personale. Volevo lo sapessi. Lo amo alla follia. E ne voglio allevare uno tutto mio. Un volatile adorabilmente cicciotto col becco lungo lungo ( sorride beota). Non so ancora come, ma tu lo sai meglio di me…SI PUO’ FARE!!!

  13. Cielo…accordo di parole sono io, Chiaruzza tua. Così puoi andare a scuriosare sul mio nuovo blog. Non farlo, anzi, ti prego. Risparmiati! Sei ancora in tempo!

  14. pausa dallo studio matto e disperato di comunicazione politica per leggerti,domani mattina esame,urca!il gigante buono che mi sopporta si chiama Pier,come il tuo nippotorinese,o sbaglio?

  15. Le peripezie per leggerti. Ma come sempre ne vale la pena.
    Anch’io, anch’io, anch’io una domandona al Nippotorinese. Anzi due. Sa mica (lui che sa sempre tutto) perché il libro di Carlo Conti sta nelle “Novità Saggistica” della Feltrinelli? Cioè, è sconvolgente, non me ne capacito. Oggi lo sto chiedendo a tutti. Anche a lavoro, tra la cancellazione di un pignoramento e di un’ipoteca. Nessuna risposta. Uffff….
    Due. Chiedigli come fa a starti lontano quando lo è. Come fa a salutarti la mattina senza la patola o il mal di stomaco. Perché io se fossi in lui mi attaccherei alla tua gamba tipo bambino il primo giorno d’asilo e col piffero che uscirei di casa. Che tecnica usa per starti lontano senza soffrire troppo?
    P.S. Quando avevi il blog su Splinder ti leggevo quando potevo..avevi mica una lista lunga lunga lunga tipo le “1.000 cose di me” o roba del genere, anche quella sempre in “costruzione”? E ti cercavo anche quando avevi messo il messaggino che saresti tornata presto. Che poi presto non è stato, perché era settembre e poi più in là e poi più in là ancora. Per fortuna ora ci sei.
    Baciuz

  16. io lo dissi e qui lo conermo, tu non sei pazza sei solo diversamente normale; indi per cui il nippo torinese deve semplicemente arrendersi all’evidenza che il cercare di portare te sulla via della normalità normalmente considerata e riconosciuta dai canoni odierni sarebbe come distruggere i mulini a vento di don quichotte.
    quindi per favore mandami via ups-dhl-sancho panza o chi preferisci tu il kiwi volatile che lo accolgo volentieri tra i miei animali diversamente normali.

  17. ;’-D oddio! ahahahahahah mi porterò fortunatamente le risate al lavoro, meno male che ci sei tu! focacciosa birrazza ehm ahahahah son scandalosamente dislessica e non lo cancellerò.. ma volevo dire bizzarra mia!!! ;-D un bacione Focaccinaaaaa ♥

  18. Ma santapolentavalsugana come direbbe la mia Gaietta. Io vi leggo solo adesso *_* cioèmenerendocontosoloadesso.
    Noncelafaromai.
    Sì.
    celapossofare.
    respiro inspiro respiro.
    uccido il nippotorinese e torno.
    Nel frattempo sempre grazie per l’affetto e le vostre parole.
    e preziosa compagnia.
    <3 io adoro .ecco. adoro voi

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this