What’s in my carrello *Video Edition*

Must Try

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

 

La Versione “Cosa c’è nel mio carrello” trasformata in “What’s in my carrello”, da leggere rigorosamente in uozzzinmaicarellooouuuwwww. Lo so. Forse sto esagerando e non era il caso che compissi questo scempio uditivo-visivo ma non ho saputo resistere. Produrre una gran mole di idiozia e inutili utilità è un mestiere difficilissimo e devo portarlo a termine fino alla notte dei tempi con estrema serietà, sobrietà e pure con tanto self (un)control. Questi due video sono usciti nelle settimane precedenti sul mio canale youtube (se ti fa piacere puoi iscriverti e lo trovi qui). Credo -seriamente- che rovistare e sbirciare nel carrello sia un ottimo modo per conoscere nuovi prodotti e fare due chiacchiere e considerazioni insieme. Divertente, sopra le righe e a tratti buffo come metodo ma se ci pensi è bello dire “ho comprato i crackers di avena perché li consigliava quella cretina di maghetta”. Entro nella tua vita e tu nella mia.

Poetica come cosa. Come tutto quello che riguarda la condivisione di idee, esperienze e parole. Quindi bando alle ciancie e rovista nel mio carrello! Non dimenticarti di dirmi se hai provato qualche prodotto o hai intenzione di farlo e soprattutto se vuoi consigliarmene qualcuno da provare. Al grido di uooooozzzinmaiiiicarrellloouuwwwww premi play, che io vado a prepararti i pop corn. Non sarò fare il caffè ok, ma faccio dei pop corn da paura! (pure al wasabi!)

Forse potrebbe interessarti leggere...

9 COMMENTS

    • Amore.
      Amore
      Amore
      stop.
      Il famosissimo cappero è il bocciolo non ancora aperto. Se si lascia sbocciare il fiore si avrà il frutto ovvero il cucuncio.
      Credo sia questa la differenza AMORE (tiamopossodirlo?) ma ora però vado a controllare santocappero.

  1. […]   La Versione “Cosa c’è nel mio carrello” trasformata in “What’s in my carrello”, da leggere rigorosamente in uozzzinmaicarellooouuuwwww. Lo so. Forse sto esagerando e non era il caso che compissi questo scempio uditivo-visivo ma non ho saputo resistere. Produrre una gran mole di idiozia e inutili utilità è un mestiere difficilissimo e devo portarlo a termine fino alla notte dei tempi con estrema serietà, sobrietà e pure con tanto self (un)control. Questi due video sono usciti nelle settimane precedenti sul mio canale Leggi la ricetta completa su Gikitchen […]

    • CLibi arrossisco (commossa) perché hai adoperato la parola che mi piace di più.
      Naturale.
      Ecco io vorrei solo risultare così. Naturale. Senza mai prendermi sul serio.
      Ti abbraccio forte e ti ringrazio per aver visto il mio delirio e per avermi lasciato un tuo pensiero.
      Un bacio grandissimo <3

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

More recipes like this