Home / Colazione  / Rainbow Waffle. Ricominciare da un arcobaleno morbido

Rainbow Waffle. Ricominciare da un arcobaleno morbido

Si è capito che con i waffle ho un problema. Quella che segue non è una vera e propria nuova ricetta perché ho usato sempre lo stesso impasto, che ti lascio sotto, ma più una speranza di colore, ecco. Perché non è che c’eravamo proprio lasciati in allegria. Ci sono ancora -purtroppo- lavori al sito (che ne richiede tanti e troppi) e con questo spostamento definitivo di server che accadrà questa settimana non dovrei (speriamo) parlare più di queste cose tecniche noiose. Mi ha davvero destabilizzato un bel po’ avere una casetta tutta mia; bello per carità ma sistemare i mobili, gli arredi e soprattutto la cantina è stato faticoso a dir poco. Come una casa vera, sì!

Ci siamo quasi però, dai. In alcuni post molto datati non troverai più le immagini. Una storia lunga che ti risparmio su cui ho pianto un bel po’. Sistemerò anche quelli perché fortunatamente da brava maniaca ossessiva ho conservato tutto l’archivio fotografico catalogandolo per bene con mesi e date. Riprendere in mano però il sessanta per cento dei miei contenuti farebbe rabbrividire anche il più stoico nordico (infatti Sandro Siviero è collassato).

Mi sono presa una giornata solo per me e per il blog, però. Scriverò, sistemerò e sopratutto organizzerò i festeggiamenti del primo anno -perché manca sorprendentemente poco- di questa nuova prima casetta in proprio.

Un arcobaleno dopo tutte queste tempeste ce le meritiamo un po’, no? Nel frattempo, visto che ricevo sempre tantissimi messaggi, ti avverto che è vero sono latitante sul blog ma non su instagram -soprattutto iaiaguardo – e che se dovessi mancarti potrai guardarmi, ascoltarmi e leggermi. Faccio sempre diverse storie, pasticci, deliri e da un po’ ho ricominciato con delle vere fermatempo.

Devo raccontarti ufficialmente di me e Ombretta ma quello merita un post a parte. Devo raccontarti anche dei waffle con la paprika che abbiamo fatto e degli scones davvero speciali insieme a dei biscotti con i petali di fiori. Sono davvero troppe le cose quindi inspiro. Assaporo questo arcobaleno con te e.

Si riparte.

La Ricetta?

In pratica te ne ho parlato allo sfinimento

  • 200 ml di latte vegetale
  • 160 gr di farina 0 (o quella che preferisci)
  • 1 cucchiaino e mezzo di lievito
  • 60 ml di olio vegetale (anche con la metà vengono buonissimi. Un po’ meno soffici)
  • sale e pepe se vuoi o spezie che preferisci

Il colorante alimentare solo se vuoi provare a costruire un arcobaleno ma non occorre. Spennelli la piastra ed è fatta.

 

Una che disegna, scrive, cucina e fotografa ma non fa bene nessuna della quattro cose.

Review overview
3 COMMENTS
  • ombrella 30/04/2018

    I rainbow waffle sono esteticamente indiscutibili ma quelli alla paprika sono la droga, non c’è niente da fare.
    (io ama eh, io stalkera ovunque)

  • giulia 01/05/2018

    i waffles sono sempre una grande idea anzi appena ho un week end libero-sto in fase trasloco-misà che li faccio, ora evito il colorante ma me li gsto al naturale dici che vale uguale?

  • Bibi 05/05/2018

    Tanto ce la fai (facciamo).
    Ma chi ci abbatte a noi? <3

Rispondi

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: