I cracker salati all’avena più buoni

Triplica la dose perché non bastano mai!

In occasione dell’organizzazione contenuti -ovvero quando faccio piccoli tour de force per preparare contenuti fotografici per instagram, blog e altro- è arrivata in mio soccorso Paola, la mia meravigliosa cognatina. Direttamente da Torino è arrivata, ha indossato il grembiule e ha cominciato a sfornare con una rapidità sorprendente una delizia dietro l’altra. Il tema per il mio Natale su Instagram quest’anno è “Christmas Tea time” quindi delle ricette, dolci e salate, perfette per l’ora del tè; che come sai se mi leggi già da un po’ può essere letto anche in chiave brunch/cena speciale. Ci sono infatti talmente tante preparazioni deliziose perfette per l’ora di cena che un Midnight tea rimane sempre un’ottima idea da prendere in considerazione.

Questi cracker/biscotti con l’avena sono entrati a buon diritto nella top ten delle preparazioni più buone e veloci mai provate. Qui in casa sono tutti letteralmente impazziti. Ma sul serio! Mia mamma ha detto di voler mangiare solo questo per la Vigilia. Nel senso che ne vuole 45 chili e bon!

Confesso, che una brutta idea proprio non è.

Difficilmente insisto ma questi provali, per favore, perché sono davvero sconvolgenti! Perfetti anche per l’aperitivo, il brunch ma pure dopo la mezzanotte*ridacchiava sgranocchiandoli*

 Ricetta

Sai che per gli ultimi pezzi rimasti si fanno dei gran complimenti “dai prenti tu”- “no dai prendi tu”. Ecco-
Qui non accade ma ci sgomita anche un po’ dirigendosi verso l’alzata con gli ultimi pezzi.

Ingredienti:
50 grammi di farina
150 grammi di fiocchi d’avena
1 cucchiaino di pepe nero macinato sul momento
1 cucchiaino di sale
100 grammi di burro
3 cucchiai di acqua fredda
Mescola la farina con i fiocchi d’avena e poi aggiungi il sale e il pepe. Adesso aggiungi il burro e lavora fino a ottenere un impasto sbriciolato. Aggiungi quindi l’acqua e se ne serve anche un po’ di più e impasta fino a quando tutti gli ingredienti si sono ben abbracciati e amalgamati insieme. Stendi l’impasto dando uno spessore di circa 4 mm e ritaglia con uno stampino rettangolare o quello che preferisci. Disponi su una teglia e inforna per 20 minuti a 180 già caldo.

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY