Halloween Waffle

Altro che pancake, io sono team waffle!

I waffle sono sempre un po’ bistrattati, a favore dei pancake, ma la piastra è piccola-economica e facile come manutenzione. Credo si abbia questa credenza popolare che sia “più complesso” il waffle e invece te lo dice una da “Team Waffle tutta la vita” devo confessarti che ho pi problemi con i pancake. I Waffle, o waffel/gaufre/wafel sono croccanti fuori e morbidi dentro ed è proprio questo il dettaglio che per mio gusto fa la differenza. È bello corposo, gustoso e anche senza frutta, sciroppi et similia rimane strepitosamente buono. Non parliamo poi della versione salata con le spezie. Vado letteralmente in visibilio! Le origini sono incerte e se le contendono la Grecia, la Francia, il Belgio e una bella lista che comprende pure Malta. Di fatto si parla di Waffle giù dalla prima metà dell 1800. Anche in Italia c’è una versione che prende il nome di “ferratella”; chiamata anche cancellata, pizzetta, neola, nivola. Tipica dell’Abruzzo e del Molise e anche presente in alcune zone confinanti con il Lazio. Pare che sia di origine romana. Un dolce che si chiamava Crustulum. I waffle hanno indiscutibilmente una lunga e importante storia alle spalle. E in qualunque modo -ma davvero qualunque!- sono: IDILLIACI!

Negli anni ho provato decine e decine di ricette. Questo è il mix giusto che sono riuscita a ottenere e che è diventata la mia ricetta ufficiale di sempre e per sempre.

Dicevo?

Ricetta collaudatissima da anni e perfetta nella versione sia dolce che salata; se vuoi dare un’occhiata ai diversi post te li lascio a seguire. 

 

 

 

La Ricetta

200 ml di latte vegetale
160 gr di farina 0 (o quella che preferisci)
1 cucchiaino e mezzo di lievito
60 ml di olio vegetale (come ti dicevo anche metà va benissimo)
sale e pepe se vuoi o spezie che preferisci

(in questo caso colorante alimentare in gel arancione e nero)

Trovo che questa versione dei waffle salati si presti benissimo a infinite occasioni e non ti nascondo che la proporrò anche a Natale. Anzi sai cosa? Progetto già un albero di waffle. Conta che quelli in versione rainbow li ho già fatti e te li mostrerò un pochino più avanti. Sono immersa nelle ricette di Natale, tra gif e progetti con Ombretta e non solo. Questo è indiscutibilmente il periodo dell’anno più stressante sì ma anche più magico. Faticoso di certo ma è vero, e capiterà anche a te, che quando la fatica va a braccetto con la magia e l’entusiasmo si sente molto meno che la metà. Ti consiglio vivamente di acquistare una macchinetta per waffle. Su Amazon ne trovi di diversa misura, forma e prezzo ma questo ti assicuro che è davvero molto contenuto e non in ultimo la macchinetta non occupa spazio. Questa forma tonda mi mancava (avevo quella quadrata e quella classica a forma di cuore/fiore) e proprio su Amazon ho trovato la soluzione.

Insomma questi waffle s’hanno da fa’. C’è davvero poco altro da aggiungere. Esteticamente accattivanti, versatili e declinabili in infinite variazioni di sapore si possono arricchire con creme, accompagnare anche al tè perché insieme ai tramezzini e alle torta fanno la loro bellissima figura, offrire per merende e colazioni. Infiniti sono i modi e i tempi per proporli. Per la serie: stupire con poco e con tanto gusto.

Le Ricette di Halloween

Le ricette di Halloween le trovi tutte cliccando qui. Sono divertenti, scenografiche e facilissime da realizzare. Sono tutte sane, vegetariane o vegane e di grande impatto. Ci sono preparazioni dolci e salate ma anche apparecchiature, tanti modi per decorare la casa, menù, film da vedere e tutto quello che serve per trascorrere un Halloween indimenticabile. 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY