Caprese Candycane

Un aperitivo natalizio per sbalordire con poco

Caprese Candycane?

Un classicone natalizio facile, veloce e d’effetto. E se può interessarti, sì. L’ho fatto anche con il tofu e il pomodoro e viene buonissimo; e spero che tu possa perdonarmi se Sto usando il pomodoro fuori stagione (a volte su instagram si viene aggrediti anche per questo, sì. Che poi detto da persone che non fanno un uso consapevole del cibo in genere viene pure da ridere).

Un piatto che colora e decora la tua tavola con zero sforzo e massima resa. Il Natale di quest’anno, e tutte le ricette che verranno, avranno proprio questo mood. Lo scorso anno abbiamo fatto il Tea Time con ricette molto elaborate e tanti lievitati; sempre su instagram perché sai che ho un po’ trascurato il blog e me ne dispiace. Quindi ti invito a cercare anche su instagram iaiaguardo -e non maghetta, perché lì disegno soltanto- qualora volessi dare un ‘occhiata. C’è tantissimo materiale e basta cliccare qui.

Visto il periodo quest’anno, invece, vorrei proporre questo tipo di classici -come l’alberello con broccoli e ribes- con pochi ingredienti ma dal forte impatto scenico. Senza andare a cercare ingredienti un po’ complicati e dalle elaborazioni complicate. È comunque un Natale particolarmente complesso che tutti ricorderemo. Il primo Natale durante la Pandemia mondiale. Non potrò condividerlo con chi amo -come tutti- ed è già molto difficile gestire tutta una serie di emozioni e sentimenti. Ricette facili, veloci ma dal forte impatto scenico, ribadisco, sono sicura che in qualche modo aiuteranno a non far spegnere -MAI!- lo spirito natalizio che drammaticamente e comprensibilmente sembra avere un calo storico mondiale di consistenza epocale.

 

 

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY