Una ciambella morbida dal cuore fondente e una barba soffice come le nuvole

Must Try

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.

A brioscia co zuccuru – La brioche catanese più famosa!

La differenza tra la brioscia co zuccuru e quella col tuppo. È importante e non da sottovalutare.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Di questa preparazione ho parlato settimane fa su RunLovers, esattamente qui.

E no, oggi non esce il mio articolo su RunLovers ma domani perché proprio qualche ora fa si consumava il seguente teatrino:

  • Sandro Siviero, grande capo di RunLovers: “Giovedì tu vai con che pezzo?”
  • Iaia Guardo, grande scema di Maghetta: “Ehh. C’è tempo ancora. Sai che non lo so?!”
  • Sandro Siviero, grande capo di RunLoves: “Iaia è domani Giovedì”
  • Iaia Guardo, grande scema di Maghetta: “Giovedì chi? Domani quando? Cosa stai dicendo? Chi? Ma? Io? Scherzi?”

No. Non scherzava. E mentre io giravo con la mia pelliccia verde e decidevo di mettere il glitter alle unghie intuivo che era l’ultimo post su RunLovers prima di Natale, che non avevo ancora scritto tutti i pezzi per il mio Blog, che avevo lasciato in asso tutti i santi che mi sopportano in giro per il web e che dulcis in fundo dovevo pure organizzare le diverse tombole e soprattutto quella natalizia. In mezzo ci metti che ho deciso di fare un super inventario nella mia azienda e che trenta aitanti maschietti sono lì in attesa di mie direttive.

Ma seriamente: una con la pelliccia verde che odia il verde e che ha nelle mani una french glitter (e odio i glitter) come può anche lontanamente pensare di dare delle direttive se non sa neanche che giorno sia?! E allora è l’alba di giovedì 21 e io, dopo aver fatto delle storie su instagram che parlano di un fantomatico get ready with me, sono qui a dirti: Grazie. Grazie perché nonostante tutto questo ricevo messaggi bellissimi (e piango costantemente) e di incoraggiamento, pacchettini regali che non so seriamente neanche perché meriti e tante di quelle cose che -GIURO- non so da dove cominciare. Dovrò cominciare purtroppo dalle cose pratiche tipo capire dove sono i venti coprisedia perché tanti saranno i miei ospiti domenica sera, capire come essere presentabile per l’arrivo della Dottoressa Suocera, sdoppiarmi e chiedere a Hermione la giratempo per rispondere a tutte le chiamate, le email e i biglietti e non dimenticarmi nessuno. Poi puntualmente dimenticherò, mi mortificherò e in un loop infinito non avrò pace tra commozione, gratitudine ed esaurimento nervoso.

Ieri è arrivato GC, grande cucina, la rivista di cucina che mi piace di più. Quella dei grandi chef e che parla di Natale a tre stelle e di Magorabin, ovvero “lo chiamavan Mago” e io tutta esaltata mi sono detta: un tè e sfogliare GC sarebbe un bel regalo. Per qualche secondo insomma credo di poter compiere gesta di tal tipo ma poi vengo catapultata in dimensioni sconosciute e comincio a delirare senza neanche sapere esattamente dove mi trovi, chi abbia davanti e via discorrendo. Ne approfitto per ringraziare tutte le ragazze che mi hanno rassicurato ieri sulla vicenda pupù di gatto e Koi; davvero sono rimasta senza parole (come sempre). Chiedo perdono se non ho risposto e ringraziato personalmente ma lo farò nel momento in cui il Torinese si innervosisce di più: a pranzo.

Lui parla e io rispondo ai commenti e ai messaggi. Nel menage di coppia è una mossa azzardata, ma vuoi mettere? Meglio zitella e con voi. Che con lui e senza di voi. E dopo questa perla saggia e romantica ti lascio il seguente quesito (e pure una sorpresa a fondo post).

  1. Tu hai già scelto la playlist di Natale? E se sì: la fai su Spotify? E se sì: ci scambiamo i nick e tutto così ascoltiamo la stessa musica per un momento struggente e romantico?
  2. Ma sei a conoscenza del fatto che esiste il Supremo, ovvero un panettone farcito di gelato al pistacchio che non è il classicone anni ottanta ma una bomba calorica e di gusto con tanto di panna, canditi e solo il cielo sa cosa e io sto tentando di corropompere il pasticcere per farne una versione vegana? E che se mi dirà di no lo chiuderò in cantina e passerò il resto della mia vita in gattabuia per sequestro di persona e di panettone?
  3. Ma secondo te se faccio la parmigiana domani posso congelarla fino a domenica? Se mi leggi sai che ho paura del freezer però visto che avevo pure paura del verde e dei glitter e direi che ho superato la prova abbondantemente potrei provare a surgelare, no?
  4. Ti mancherò dopo Natale quando scomparirò dal blog e dai social per almeno tre anni?
  5. Possiamo abbracciarci e farci un pianterello isterico in modo da scaricare la tensione? (quindi un pianterello di 98 ore MINIMO)

La Ricetta

  • 2 bicchieri di farina
  • 1 bicchiere di cacao amaro in polvere
  • 1 bicchieri di noci intere (da tritare)
  • 1 bicchiere di latte intero
  • 1 bicchiere di zucchero di canna integrale
  • 1/ 2 bicchiere di olio evo
  • 1 bustina di lievito in polvere
  • 100 grammi di cioccolato fondente tagliato a quadratini
  • 3 uova
  • Lavori tutti gli ingredienti insieme e metti a 180 per 40 minuti circa. Fai la prova stecchino ed è servita. Conserva in un luogo fresco e asciutto anche per 4 giorni (ma tanto la finirai in ancor meno tempo, dai).

E Tombola sia!!!!

Sì un’altra Tombola e oggi vince il numero 33

Sì un’altra Crock pot perché quest’anno ne ho parlato tantissimo e ti ho incuriosito. So che in moltissimi sono felici dell’acquisto, che si sono fidati di me e che tutto questo è quanto di più lontano da product placement a pagamento e altro. Come vecchie amiche. E sentirmi dire “mi fido solo di te” per me vale tutto. Non c’è prezzo. Non c’è niente che possa superare “mi fido solo di te”.

E io mi fido di te, del tuo giudizio, dei tuoi consigli e di tutto quello che questa eterna magia regala.

Se hai dubbi sul funzionamento della tombola ti prego fallo presente perché sono sempre felice di rispondere ma in sostanza quando si arriverà al numero 33 la tombola sarà vinta. I commenti non sono purtroppo numerati in questo nuovo template e ci stiamo lavorando (è praticamente impossibile intervenire sul codice per questa cosa) ma io dal pannello di controllo vedo tutto. Gli altri anni davo un formato pdf a disposizione di tutti. Qualora ci fossero dubbi lo farò. Se non l’ho fatto è sempre per la questione di fiducia da parte di entrambi e poi onestamente perché non ho avuto molto tempo ma sono sempre pronta e a disposizione per chiarimenti.

Un bacio e che sia una giornata glitterata e sfavillante! Noi ci vediamo sulle storie di Instagram perché lì deliro molto spesso!

Ti ricordo che ho due account Instagram

MAGHETTA e

IAIAGUARDO

Se ti fa piacere commenta e scambiamo anche quattro chiacchiere lì, perché il maledetto algoritmo se non  commenti o non interagisci con me ti farà ben presto scomparire maghetta e iaiaguardo dalla timeline. Grazie infinite.

Nasce la sezione Uomo su La Cura

Sandro Siviero, grande capo di RunLovers, mi ha dato l’onore di cominciare/inaugurare la Rubrica Uomo su La Cura. Ti sembrerà assurdo ma sono seguita anche da una parte maschile, seppur nettamente inferiore e sui diversi social da quando ho pubblicato la Cura mi è stato chiesto se avessi pensato a una sezione così. Ecco sì, ma non ero organizzata. Lo sto facendo e cominciare con lui, firma prestigiosa e uomo barbuto più famoso del web è per me un regalo immenso.

Sandro è la firma del sito di Running più famoso di Italia  ma ti assicuro che è un grandissimo scrittore. Non sa scrivere solo di tecnica e running. È geniale nei racconti e nella costruzione di fiabe. È sorprendente nelle storie e da anni è diventato mia musa per tantissimi progetti. È il mio migliore amico e da anni non smette di stupirmi per tutta la sua sconfinata meraviglia (e ha anche un labrador nero di nome Mirtilla. La migliore amica di Koi, sì. Solo che Mirtilla è nordica, buona e obbediente e non indisciplinata, pasticciona e monella come Koi).

 

Clicca per la magia

View this post on Instagram

⭐️🌟MAGHETTA.IT ⭐️🌟 Every Day. Ogni giorno dal primo Dicembre ho pubblicato una ricetta, un racconto, delle confidenze, delle paure e dei sorrisi. Quest’anno dopo molto tempo ho cercato -disperatamente, sì- di tornare al Natale di qualche anno fa. Quando ero spensierata, felice e potevo disegnare di più. Scrivere di più. Essere più io. La cosa che mi ha sbalordito è che mi stavi aspettando. Per abbracciarmi e farmi coraggio e di questo te ne sono immensamente grata. In questo cammino, fatto di depressione e dolore ammesso senza vergogna, ho capito quanto le persone possano essere cattive, spietate e distanti -perché non sono mai stata abituata a frequentarle e capirle- e quanto l’esatto contrario. E quell’esatto contrario è ciò che conta davvero. Perché è importante avere empatia con chi ha il tuo stesso cuore. Grazie per tutto quello che ogni giorno fai per me. . . #food #instafood #recipe #ricette #homemadefood #ilovecooking #foodie #eat #foodlove #instagood #cucina #cook #love #gnam #yummy #tasty #ilovefood #christmas #noel #natale #foodpic #homemade #foodlover #ilovecooking #instafood #eat

A post shared by GRAZIA GIULIA (IAIA) GUARDO✨ (@maghetta) on

Forse potrebbe interessarti leggere...

63 COMMENTS

  1. Innanzitutto vorrei una fetta GIGANTE di questa torta.
    E poi parliamo della tombola.
    La crock-pot dovrebbe essere santificata!
    Buongiorno tesoro!

  2. 33 come la mia mail dice
    Che quando la ho creata ero appena diventata medico e nessuna mail col mio nome era disponibile
    “Scegli un numero a casa e aggiungilo” mi han detto
    A caso????
    Dica 33 🙂

  3. Domanda 1
    Io la playlist ancora non la ho fatta
    In realta vorrei regalarmi un giradischie mettere Ella Fitzgerald tutta la sera
    Son cresciuta coi dischi e ancora i miei li ascoltano sempre e ne sento la mancanza

  4. Ilsupremo non lo conoscevo e mi spaventa abbastanza
    Però a casa ho il panettone di fiasconaro e la crema di manna che ho preso a castelbuono questa estate nel mio viaggio in sicilia
    Che tornare al nord in pieno agosto col panettone per il natale è stato assai strano

  5. Domanda 3
    Credo tu possa non aver paura del rapporto freezer.e parmigiana e azzardare questa relazione :)))

  6. E poi parliamo del Supremo.
    Ne vorrei 27 seguiti da una confezioni di enzimi per digerire il lattosio che tanto se devo morire in qualche modo, preferisco farlo bene.

  7. Anche secondo me potresti congelare la parmigiana, è tempo di chiudere l’anno con grandi prove di coraggio. E comunque i glitter vincono su tutto il resto, scintillare sempre, poi se scintilli mentre gesticoli è tutta un’altra storia 😉

  8. Ma di tutto il post mi ha colpito questo punto:
    4. Ti mancherò dopo Natale quando scomparirò dal blog e dai social per almeno tre anni?

    Ma scomparirai in che senso? Per tre anni? Scherzi vero? ? dimmi di si

  9. E comunque per la playlist di Natale…sono totalmente incapace a crearne una ma ascolterei estasiata la Playlist Unica, quella che verrà imposta a tutto l’Universo (sotto e sopra) muahahahahahaha

  10. Comunque.domani io sono in ferie.il mio fidanzato è in ferie.
    E ho deciso di azzardare quella colazione a letto abbondante e diciamolo romanticosa e curata che ci decantavi giorni fa.
    Devo ancora decidere metà delle.cose ma già che io pensi a qualcosa più del caffè senza zucchero per la colazione è a bi normal.
    Quindi grazie per l’idea ❤

  11. E non ti azzardare a minacciare CAPITO?? Ma chi sparisce?? Come ti permetti a dire una cosa del genere?? C. O. M. E.? (Come Osi Minacciare Elfi.. Elfi, ok)

  12. Per ora ho deciso il te nelle tazze belle
    Avocadolimone sale
    Panettoncino mini

    E poi sono incerta
    Toast con ovetto?
    Frittelline di ottolenghi?
    Mele in qualche modo?

  13. Possiamo abbracciarci e farci un pianterello isterico in modo da scaricare la tensione? (quindi un pianterello di 98 ore MINIMO)

    Ma iniziamo pure adesso *virtual HUG*

  14. Sarà finito tutto ma.
    no. no. si
    no. si.
    si. si.
    si.
    si.

    Tanto ti dovevo.
    Ah comunque io ho le tarte che mangiano la cacca di gatto. Quando l’ho scoperto le ho insultate per un mese. Loro credo se ne siano fregate. E sono sempre belle e fintamente pucciose.

  15. Nooooooo è già finito tutto!!!! Uffaaaaa!!! e per giunta quando in palio c’è la Crock pot che desidero!
    Mai una gioia!!! eheheheh
    Ma chi sene frega! intanto una saluto a tutti!!!

  16. Ciao! Bon, cercavo una torta per la colazione di domani, per il mio compleanno… Ed eccola trovata al volo! Grazie!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Le mie Storie in Cucina

Articoli recenti

Gelato al burro d’arachidi salato

Il gelato viene sempre prima di tutto. È la cosa che mi piace di più in assoluto. Sempre e per sempre. Questo al burro d'arachidi non credevo potesse essere così buono.

Colazione dolce o salata?

Colazione dolce o salata? Un po' come essere o non essere? Che sia dolce o salata la colazione è necessaria per la tua salute.

Il terzo numero di Mag-azine

Il terzo numero di Mag-azine è dedicato ai profumi di Sicilia. Un'isola incredibile che non smette mai di farti sognare.

Crema salata agli arachidi

Una crema strepitosamente buona che ti lascerà senza parole a base di burro d'arachidi e salsa di soia. Perfetta per condire insalate, involtini primavera e vietnamiti con le cialde di riso.

10 Primi piatti siciliani che non puoi perderti

La pasta alla norma e quella col macco. Il riso con l'ennese che profuma di zafferano e l'immancabile pasta al pistacchio senza dimenticare "a muddica". Scopri i dieci primi piatti irrinunciabili che non puoi perderti se sei in Sicilia.

More recipes like this