La focaccia più alta, soffice e buona

Sconvolgente!

Quando Paola, mia cognata, ha fatto questa focaccia pugliese per l’ora del tè ho detto “ne assaggio giusto un pezzetto perché non mi piace molto la focaccia”. Sai come é finita? L’ho mangiata tutta io e ne abbiano rimpastata un’altra immediatamente.
È strepitosamente buona a tutte le ore. Trovo che sia assolutamente perfetta per il tè.

La ricetta

200 gr di farina 00
400 gr di farina di semola
400 gr di acqua
lievito di birra 12 grammi * 1 patata (di 150 gr)
una dozzina di pomodori
un cucchiaio di zucchero
un cucchiaio di sale grosso
4 cucchiai di olio extra vergine
sale
Origano
Pepe

Lessa la patata e lasciala intiepidire. Unisci le farine, il sale e lievito (sciolto in precedenza). Poi l’olio e lo zucchero.
Una volta ottenuto un impasto spianalo su una teglia unta.
Dopo aver coperto la teglia con un panno, lascia lievitare per circa un’ora.
Passato il tempo cospargi la superficie di pomodori tagliati e scolati, aggiungi sale e pepe. Informa a 200° C per circa 30 minuti.

Il video su IGTV

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY