Vegan lasagne buonissime!

Le lasagne strepitosamente buone? Anche vegan!

IL PODCAST DI OGGI

QUINDICESIMO EPISODIO

La Tavola di Natale e la Vigilia

Puoi ascoltarlo qui su Apple

Puoi ascoltarlo qui su Spreaker

Puoi ascoltarlo qui su Spotify

 

Mamma ha sempre amato apparecchiare la tavola e mi ha trasmesso questo amore infinito per l’apparecchiatura e per la cura degli ospiti. La passione per la tavola apparecchiata e quindi posso dire di averla sempre avuta sin da bambina. Ricordo che rimanevo davvero incantata quando osservavo mamma apparecchiare. Univa due o tre tavoli per la vigilia di Natale E diceva sempre che avrebbe desiderato un tavolo più lungo. Riusciva però con la sua tovaglia lunghissima a coprire tutta quanta la superficie.  Oggi apparecchiamo insieme per stupire con semplicità ma soprattutto facciamo dei piccoli ma importantissimi promemoria per non arrivare impreparati alla sera della Vigilia e al Natale stesso. 

CHRISTMAS LIGHTS di Iaia Guardo è disponibile su Spotify, Apple Podcasts, Google Podcasts, Spreaker
Basta cliccare sopra il link che ti ho lasciato o aprendo Spotify e le varie piattaforme e cercarmi. In quel caso come nell’utilizzo dei vari social network puoi anche seguirmi.
Grazie infinite! Aspetto le tue opinioni a riguardo per migliorare.

 

Non ho voluto dedicare molto spazio alle ricette total vegan perché comunque qui in archivio è una predominanza dell’ottanta per cento. La flessibilità, soprattutto nelle feste, visti e considerati gli incontri-la moltitudine da palati diversi da soddisfare e via discorrendo deve essere tra i primi obiettivi personali di noi tutti. Nella vita in genere, ma soprattutto quando ci confrontiamo -soprattutto a tavola- visto il periodo. Però ecco io un capitolo sulle lasagne vegane con “””””””ragù”””””” di lenticchie vorrei proprio farlo perché se dovesse venirmi in mente un piatto che può davvero mettere d’accordo tutti ma proprio tutti è assolutamente questo. Se non lo hai provato so già che non mi crederai, lo so. E lo capisco. Ma se ti fidi pocopocopocopocopoco di quella scema di Maghetta (ma proprio poco eh) in base a quello che hai letto di lei, ascoltato per mia Bocca e letto in generale. Beh. Riuscirò a stupirti sul serio. Inutile che dici “ehhh ma a x non piacciono le lenticchie”. Posso dirti che a X, una volta provata questa lasagna le lenticchie piaceranno eccome.

Poi se ci sono allergie et similia, via le lenticchie e benvenuto tofu/seitan/soia. Tutto è sostituibile anche nel modo veg. Però una chance dovresti darla senza giudicare a priori perché non c’è peggior cosa che il pregiudizio. Convieni?

Il ragù di lenticchie, food obsession di sette anni fa circa, è tornato in voga più che mai. E io, chiaramente, ne sono felice. Pur non essendo un’appassionata di pasta lo sai -assurdo ma faccio parte della setta del riso- queste lasagne fanno molto gola anche a me. E, sorprendentemente, anche a mamma che non era scettica a riguardo ma: di più.

Con queste dosi fai una bella teglia di 40 cm e anche qualcosina in più, dipende dagli strati.

Ingredienti:

  • 500 grammi di lenticchie secche, circa
  • un cucchiaio di estratto di pomodoro (o concentrato)
  • 600 grammi circa di polpa di pomodoro
  • una carota
  • una cipolla
  • una costa di sesano
  • olio extra vergine d’oliva
  • sale e pepe se ti piace

Prepara 500-600 ml circa di brodo vegetale. Prepara sedano, carota e cipolla e versa i tre ingredienti in un tegame  in olio extra vergine d’oliva. Lascia dorare a fuoco moderato e poi metti le lenticchie che precedentemente hai ben sciacquato. Lasciale cuocere e tostare un po’ fino a quando si impregnano per bene del soffritto e dell’olio. Aggiungi l’estratto di pomodoro e un pochino di brodo vegetale. Subito dopo la salsa e porta a cottura mantenendo tutto molto stretto e poco liquido. Il ragù di lenticchie, per mio gusto, deve essere molto stretto e “croccante” ma se ti piace più “sugoso” chiaramente agirai di conseguenza. Come nella preparazione del classico ragù è importate prepararlo secondo i propri gusti. Aggiungo sale e poco pepe macinato sul momento e il ragù di lenticchie è pronto.

Lo puoi congelare senza problemi. Puoi condirci la pasta, farci le lasagne ma anche il riso. È buonissimo anche per imbottire le melanzane o peperoni e per qualsiasi cosa. Largo sfogo alla fantasia. Sono sicura che ti conquisterà.

Ne ho già parlato su Runlovers tempo fa e anni addietro su instagram. Chiunque l’abbia provato ne è rimasto piacevolmente colpito. Io preparo una besciamella veg con il bimby ma tu usa quella che preferisci. Vengon fuori delle lasagne così buone che sono sicura entreranno a buon diritto tra i tuoi piatti preferiti.

Potresti provare anche con fagioli rossi e ceci ma io onestamente trovi che più “insapore” sia la lenticchia. E per insapore intendo che “nel contesto si sposa benissimo”

Buone da paura!

La besciamella puoi farla tu in casa, puoi acquistarla vegan, puoi mettere la classica. Dipende chiaramente da chi vuole mangiarla e dalle tue esigenze. Onestamente devo dire che con la besciamella classica viene più gustosa. Ehhhh. Bisogna essere onesti sempre. Nel bene e nel male! Mamma, che ormai è addicted, l’ha fatta buttandoci otto chili di mozzarella e dice che viene ancora più buona con l’aggiunta di formaggio. Come darle torto? Se non hai particolari problemi con il formaggio/intolleranza/scelte vai senza paura perché il successo è assicurato (l’ho detto vero? Mi sa di sì ma vorrei tanto che le provassi davvero. Sono strepitose! Le mangia pure Pier che è iscritto alla pagina Vegano stammi lontano e che non sopporta queste trasposizioni culinarie!)

Come fare la lasagna neanche te lo dico perché la saprai fare meglio di me ma ti racconto la mia velocemente: faccio primo strato di besciamella e ragù. Poi pasta. Ragù e besciamella ed eventualmente formaggio e via così. Se usi il grattugiato anche tra uno strato e l’altro e pure sopra. Ma mai il parmigiano, anche se sei vegetariana. Perché il caglio  non è veg ed è sempre bene informarsi.

Ecco.

Mi prometti che se le provi me lo dici? Ci tengo tantissimo!

 

Un video su instagram dove le preparo con te

QUESTO POST È STATO PUBBLICATO IL: 

1 COMMENT

  1. Anche quando mangiavo la carne- ora sono vegetariana da 4 anni- diciamo che i legumi li ho sempre apprezzati tanto e le lenticchie fanno cedere pure mio fratello super carnivoro convinto, quindi questa ricetta verrà rifatta durante le ferie di NAtale!!!

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

Seguimi anche su Runlovers

Tutte le settimane mi trovi con una ricetta nuova dedicata a chi fa sport

MUST TRY