La Panna Cotta al Cioccolato di Donna Hay

Must Try

La Panna Cotta al tè matcha

Un dolce gustoso, facile e fresco caratterizzato dall'inconfondibile sapore del tè matcha. Perfetto per un dopo pasto ma anche per accompagnare un tè nero fumante caldo e avvolgente.

Semi di papavero e glassa di limone

Una delle preparazioni più buone mai preparate. Mi è sempre piaciuto moltissimo questo accostamento, quello dei limoni con i semi di papavero. Diversi dolci pasquali polacchi e dell’Est Europa hanno proprio i semi di papavero; anche il cozonac, per esempio, ha diverse volte il ripieno di semi di papavero. Il risultato -ma con una ricetta di Ottolenghi è facile- è sorprendente. Molto profumata, leggera e gustosa.

Tiramisù fragole e basilico e un dolce speciale

Un tiramisù molto profumato e fresco. Stupisce per leggerezza e freschezza questo dolce al cucchiaio di cui tutti sono ghiotti.

A brioscia co zuccuru – La brioche catanese più famosa!

La differenza tra la brioscia co zuccuru e quella col tuppo. È importante e non da sottovalutare.
Iaia
Grazia Giulia Guardo, ma iaia è più semplice, è nata il 12 12 alle 12. Il suo nome e cognome è formato da 12 lettere ed è la dodicesima nipote. Per quanto incredibile possa sembrare è proprio così. Sicula -di Catania- vive guardando l’Etna fumante e le onde del mare. Per passione disegna, scrive, fotografa, cucina e crea mondi sorseggiando il tè. Per lavoro invece fa l’imprenditrice. Digitale? No. Vende luce, costruisce e distrugge. Ha scritto un libro per Mondadori, articoli per riviste e testate e delira pure su Runlovers, la comunità di Running più famosa d’Italia; perché quando riesce nel tempo libero ama fare pure 12 chilometri. Ha una sua rivista di Cucina, Mag-azine, che è diventato un free press online. È mamma di Koi e Kiki, un labrador color sole e uno color buio, mangia veg da vent’anni, appassionata di cinema orientale e horror trascorre la sua giornata rincorrendo il tempo e moltiplicandolo.

E oggi ricetta, Tombola e Libreria di Iaia tre in uno (che le foto le ho fatte ad Agosto mi sa!) E presto anche la Videoricetta (qualcuno mi fermi). Partiamo subito con la ricetta (sìsìsì facciamo tutto senza senso):

Panna Cotta al Cioccolato di Donna Hay

2 cucchiai di acqua, 2 cucchiai di gelatina in polvere (3-4 fogli di gelatina in fogli. A me piace con tre ma per chi la amasse più densa per 500 ml di panna vanno più che bene 4), 50 gr di zucchero a velo setacciato, 100 gri di cioccolato fondente (almeno al 60%) tagliato a pezzi, 500 ml di panna liquida.

Metti l’acqua in una ciotolina con i fogli di gelatina (in questo caso l’acqua dev’essere ghiacciata) o polvere di gelatina (in questo caso non importa che sia ghiacciata). Fai riposare 5 minuti. Metti la panna in un pentolino con dentro il cioccolato a pezzi che dovrà fondere. Unisci la gelatina dopo averla strizzata e cuoci finché tutto è ben amalgamato e il cioccolato è sciolto. Filtra il composto e versa negli stampi/bicchieri/qualsiasi cosa tu abbia scelto e fai riposare in frigo finchè si raffredda per 4-5-6 ore. Togli cinque minuti prima di servire con frutti di bosco, panna, qualsiasi cosa la fantasia ti suggerisca perché è una base davvero interessante che ben si presta a molte elaborazioni.

Io ho adoperato questo set di plastica con piattini e cucchiaini adorabili scovati neanche io ricordo dove lo scorso anno e dimenticati in uno dei tantissimi cassetti ormai stracolmi di ogni inezia. Insieme al blateramento della Rubrichetta Iaiosa su questo volumetto carinocarinocarino, ora parte la tombola e termina alla mezzanotte di Domenica 27 Gennaio.

(Appena riesco a mettermi in contatto con BestiaBionda e Max, perché io sono al momento su Marte, provvederò all’ufficializzazione del vincitore/vincitrice della precedente. Che francamente non ricordo neanche qual è. Yoshoku dovrebbe essere ma sono rimbambita, si sa).

Di Donna Hay qui c’è moltissimo. A partire dalla Mud Cake sino ad arrivare ai Financiers senza dimenticare la glassa e la ganache. Nella torta rovesciata all’arancia se ben ricordo (e quindi non sarà vero) parlavo pure del libro Stagioni di Donna Hay che mi ha regalato Cey (e pure qui mi sa proprio). Pazzesco come io non abbia ancora inserito neanche un volume di Donna Hay nella Rubrica della Libreria di Iaia perché oltre a possederli praticamente tutti (quelli usciti in italiano per lo meno) mi piacciono e li adopero più che parecchio. Me ne sono resa conto soltanto adesso (che ero scema no. Lo so da tempo).

E quindi sarà mia premura recuperare, anche perché Stagioni, regalo preziosissimo della mia Cey, è stato compagno di viaggi culinari infiniti e mi ha insegnato tantotantotantissimo. Cioccolato di Donna Hay è il volumetto più piccolo che possiedo. Generalmente occorre un carro attrezzi e bicipiti ben allenati per trasportare i librotti dell’adorabile Donna.

I Sempliciessenziali, così si chiama la collana a quanto pare, edito da Guido Tommasi regalano pura goduria in meno di 100 pagine. Sempre di Donna Hay pare che ci siano insalate e verdure (non ce l’ho!) , pasta riso e noodles (non ce l’ho), pollo (non ce l’hooooooooooooooooooo *corre su Amazon e compra tutto). Per gli amanti del cioccolato questo piccolo librotto sarà una Bibbia un po’ come quello della Andrieu. Biscotti al cioccolato e mandorle, blondie, brownies, butter cake, glassa al caffè, torta al cioccolato a strati, cialde al miele e pepite di cioccolato, creme brulée, panforte al cioccolato bianco, sfogliatine con spuma, torta al cioccolato bianco glassata, devil’s food cake, eclairs al doppio cioccolato, friands al cioccolato, mattonella al cioccolato, pudding al cioccolato e malto, pudding fondenti al cioccolato e santocielo.

Molto moltissimo altro ancora.

Con lo stile Hay molto scopiazzato ovunque, diciamolo. Le foto sono sempre “alla Donna Hay”. E’ come riconoscere un quadro. Una firma. Se Oliver ha un food stylist ben preciso anche SantaDonnaHay lo ha. La sua firma sta proprio in queste foto dove la sfocatura è forte e l’azzurro con il bianco predominano. Minimaliste, lineari e con un fuoco pazzesco davanti mentre tutto dietro svanisce e lascia intuire un clone esattamente uguale senza imperfezione. Studiate nei minimi dettagli senza margine di errore. Non vi è una cosa che non va. Pure la polvere di cacao è perfettamente adornata al piatto. Nulla è casuale. Diciamo che la food stylist di Donna Hay è una psicotica precisa che io al confronto sono una disordinata pazza (pazza sicuro).Impazzisco per le ricette. Sono semplici senza frizzi e lazzi. Di quelle che ami quando sei lì tra i fornelli. Non è come ritrovarti me. Perché immagino sempre delle persone coraggiose che dopo aver deciso di leggere la mia ricetta si fanno il segno della croce, due rosari e guardando in alto urlano “ti prego fa che sia tutto comprensibile!” e durante la preparazione si ritrovano a invocare il mio nome con appellativi non troppo lusinghieri (come darvi torto?) perché magari ho dimenticato un ingrediente. Ho sbagliato la grammatura e.

E ma mica sono Donna Hay! *disse piangendo e correndo via.

Per dire insomma che con Donna Hay non si rischia nulla. Elenca come un generale cattivissimo gli ingredienti e le informazioni su come agire sono precise, lineari e sorprendentemente sintetiche. Doti che non avrò mai e per questo apprezzo come fossero taniche di seltz al limone nel deserto. E prova a immaginare un chiosco con del seltz al limone in un deserto *bava alla bocca.

Ne ho provate tantissime e il risultato è stato sempre sorprendente. Gli ingredienti sono facili da reperire e non ci sono farine particolari, ingredienti sconosciuti o chissà quale roba. E’ una sorta di raggruppamento dolcettocioccolatoso che una volta nella vita bisogna provare. Mancano davvero poche ricette per l’idillio. Si passa dalle creme alle rivisitazioni in chiave cioccolatosa, ai biscotti sino ad arrivare a basi che occorrono per altro e intrugli squisitamente golosi della tradizione inglese e americana. Si tocca la Francia, l’Italia e pure il centro Europa. Si mischiano e amalgamano storie ricoperte dall’oro nero che si sa può anche non piacere visceralmente come accade nella stragrande maggioranza ma.

Ma conquista sempre a prescindere. Il cioccolato si sa è sempre il jolly per andare sul sicuro. Ho notato tra l’altro che qualsiasi cosa io proponga non verrà mai letta-commentata-mipiacepolliceinalto come nelle preparazioni col cioccolato. Raramente accade che qualcuno dica “impazziscosonoinufficiomihaifattovenireunavoglia” con un piatto per quanto golosa possa essere ma. Ma basta mettere cioccolato e i feromoni ballano come giontravolta in steinalaiv (che io so come si scrive correttamente).

Un volume assolutamente da possedere e che ha un prezzo tra l’altro bassissimo. Quindici euro (e io se ci fossero state più foto – perché non tutte le ricette considerata la piccola dimensione del volume le hanno – io avrei dato il doppio tranquillamente) ma su Amazon come sempre si trova a molto meno. Pollice in alto, fuochi d’artificio e pure applausi a scena aperta.

Se vuoi ricevere direttamente questo volumetto a casa tua, lascia quanti più commenti vuoi sotto questo post fino a Domenica 27 Gennaio allo scoccare della mezzanotte. Tramite sorteggio random.org ci sarà un’estrazione e io lo acquisterò con MOLTO piacere per te su Amazon.

E grazie sempre per la partecipazione.

(La Prossima Tombolata? Dico solo un nome: Nigella)

Forse potrebbe interessarti leggere...

507 COMMENTS

  1. Sono distrutta… Altra giornata epocale e domani non sarà da meno… Interessante questa tombola… Cioccolatoooooooo!!!!! Ma ho paura che anche stavolta non potrò applicarmi a dovere! Intanto un abbraccio stellina, forte forte!

  2. Ciao Iaia!!!!!!!!!!!!!!1 stavolta cercherò di partecipare di più!!anche se ho un esame in vista!…..questo lo voglioooooooooooooooooooooooooooo :*

    • ❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤❤milioni di baci !!! Grazie per essere qui ! Ussantapace esame ? Esameeeeeee????? Ancora non li hanno aboliti per legge ? Bassssstta!!! Mi candido! Scendo in campo !!!! (Cosa sto dicendo ?)

    • ❤❤❤❤buongiorno ! Santapizzetta e pecchè non mi lasci più spesso qualche pernacchia? È cosa buona e giusta spernacchiarmi ^__^ come stai ? Un bacione !

        • Insomma… stamattina sono usciti di casa ancora un po’ “ciaccati”… e, come nelle migliori tradizioni, ce l’hanno fatta ad attaccare qualcosa pure a me! Ma noi donne non possiamo permetterci di lamentarci o fermarci, no?!

          • ❤Santapizzetta ! Anche tu ?( sai che forse sono riusciti ad attaccare qualcosa anche a me ? Miiiisentoooooomaleeeeeeeeeeee) gira tutto . Mi sento un po’ come sir biss in robin hoodddd nella botte di legno *___*

            • Nuuuooo! Non me lo dirmelo! Pure tu ommioddio è una invasione di bacilli e noi cadiamo tutti uno dopo l’altro come soldatini….
              Ma ce la possiamo farcela! Resistiiii!! 😉

          • Prendi subito qualcosa ti prego ! ❤( faccio le raccomandazioni a te perché io sono una scema e non prendo mai nulla giusto per soffrire )

            • è solo un po’ di raffreddore, tranquilla! Prometto di combattere strenuamente contro i bacilli!!! Ma tu stai male?! Arrivo con la spremutina?!

          • Tu mi raccomando riguardati, mia carissima, perchè si, hai ragione…purtroppo noi donne non possiamo permetterci neanche il lusso di star male e fermarci o lamentarci un po’…

  3. mannaggia, “celo” 🙁 E ho anche Frutta della Hay…e i Classici Moderni n. 1 e 2..e Ricevere in un istante. Non ho Nigella, quindi passo che vado ad allenarmi per quell’altra tombolata 🙂 <3

  4. ho una marea di cose da fare, ma prometto di applicarmi e di lasciare comunque un commento ogni tanto, ok?!

  5. che poi Donna Hay è un’antica femmena sicula, di sicuro.
    (a me tutte quelle che si chiamano Donna mi fanno quest’impressione. Si, anche Donna Summer )

  6. facciamo così, qualcuno dà la tesi al mio posto e io sto qui a tombolare.
    no perchè se no comincio a parlarvi di cibo e cinema e va a finire che il giorno della tesi mi metto a parlare di ricette e libri di cucina!

  7. Io commento sempre troppo poco ma leggo sempre…certo che una tombola per anziani almeno una volta nella vita…uhm…..

  8. weekend intenso questo: domani rugby mob in un centro commerciale per promuovere il 6 nazioni femminile e domenica partite

  9. e il weekend prossimo sarà intenso comunque: sabato mattina ho la partita partita e il pomeriggio guardo la 6 nazioni femminile…

  10. Adoro Donna Hay, ma un po’ spaventata dal volume non ho ancpra osato prendere nessuno dei suoi libri! Devo assolutamente rimediare!:) un abbraccio

    • MICHIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIBACIAMOCIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII ( se non lo vinci rifacciamo la tombola fin quando vinci ! <3 )

      • Dai, si tessssoro mio.
        Ho spammato un pò qua e la…
        Devo tornare allo studio, concorso in vista e tutte ste leggi da imparare e io mi perdo a guardare i tuoi video.
        Se non passo il concorso posso dare la colpa a te?
        No, dai, non lo farei mai….
        Risata satanica.

        un bacetto cucciola

  11. Così mi potrò spiaggiare allegramente sul divano al calduccio per spammare in tutta libertà, leggere un buon libro e cazzeggiare senza freni 😉

  12. No vabbè ma io sono pazza scusate.
    ho dimenticato di mettere le foto del libro .

    mi viene da piangere.
    ma sono davvero così rincretinita ormai?

    provvedo immediatamente
    scusate 🙁

  13. Iaiaaaa non ti preoccupare….nessune se ne era accorto che mancavano le foto del librotto, eravamo tutti qui a tombolare allegramente, partiti come un treno!! 😀

  14. Mi piace il cioccolato e ho anche il librotto della Andrieu! Però adoro Donna Hay e quindi questo potrebbe aggiungersi alla mia nutrita collezione di testi bellissimi!

    • Nigella… <3 nonostante la maggior parte delle cose che fa siano improponibili, nonostante si lecchi le dita quando cucina, nonostante il giacchettino di jeans e le puntate notturne al frigo!

  15. “Nigellissima” l’ho appena comprato…. invece vorrei tanto trovare “Delizie Divine” che mi manca!!!! Sarà quello??! Iaiaaaaa 😀

  16. per carnevale mi vestirò da calamita o stregone per attirare a me l’estrazione vincente… poi mi cambio e mi vestirò da Mary Poppins per la Zobia ad Fiurinsola 😀

  17. Eppure credevo mi volesse bene… stamattina mi ha lasciato un messaggio d’auguri perchè è da un anno che mi sono iscritta…

  18. io in teoria..che sono ancora mezza malaticcia..dovrei avere tutto il tempo x spammare vero ma com’è che non ce l’ho? ehhh?? com’è????? :/

  19. Ciao Iaia!passo per un saluto…siamo già a 283 commenti!!!u santa pace non riuscirò mai a vincere una tua tombola…mi sà che inizio a passare le bustarelle al notaio!!!!!

    • Bea, tesoro mio… anche io ho la gola in fiamme… sigh!!! abbracciamoci e consoliamoci a vicenda!!!

      • infusi di zenzero, latte miele e cannella, aglio come non ci fosse un domani, spremute, ali di farfalle, code di rospo…Luci!!!! non so più che fare!!!!

  20. Io non son più quella di una volta. Penso che ormai la fortuna si è girata dall’altra parte e non vinco nemmeno la sorpresina dell’uovo kinder. Scommetto che se lo compro lo trovo vuoto. Però mi andava di passare di qui a dire ciao a tutti e scusate se sono un pò assente!

  21. caffèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèèè…chi mi fa una tazza da 5 litri di caffè??? 🙁 io stanca…

  22. ma ho appena scoperto che ho vintoooooooooooooo
    ho un mancamento
    baci a pioggia first of all a giulia
    e a nicol e olivietta per avermi aiutato nell’impresa
    vi lovvoooooooooo

  23. appena finisco questo esame…..ehm ne ho altri due….uhm allora appena finisco questi esami mi metto a pasticciare! primi fra tutti i tartufi!

  24. poi provo il salame al cioccolattttttto! il tuo e di maghetta…mai fatto anche quello…sono un po’ indietro!

  25. e poi tanti biscotti…voglio inondare casa con paste di mandorle,canestrelli,cantucci e co!!!!

  26. ora ditemi se è normale avere Carlos Ruiz Zafon,Glenn Cooper e John Grisham sulla scrivania e non poterli leggere -.-

  27. Visto che Iaia stamaluccio posso passare per un baciodellabuonanotte cumulativo?
    *_*

    ecco.
    e vi leggo sempre.
    e sorrido sempre.
    e mi tenete compagnia sempre.
    e grazie sempre.
    grazie.
    grazie grazie.